ITALIALIBRI - RIVISTA MENSILE ONLINE DI LIBRI ITALIANI, BIOGRAFIE DI AUTORI E RECENSIONI DI OPERE LETTERARIE

SCRIPTORIUM

    BUONANOTTE

    Salve alla penombra della luce dell’abat jour,
    Il nostro letto mi accoglie stanca, svuotata di ogni energia,
    Desidero dormire, ho voglia di pace.
    “Buonanotte amore.” – “Buonanotte…”

    Le tua labbra mute si posano sulle mie
    Parlano un altro linguaggio
    Comunica il gesto, comunica il tuo bacio.
    “E buonanotte ancora, amore.” – “Buonanotte…”

    Le tue labbra sono morbide e calde
    Senza parole cercano ancora le mie
    Dialogano con la mia pelle
    Esprimono un desiderio

    (No, non adesso,
    Voglio solo naufragare nel riposo.
    Ho voglia di pace con te.)
    “Buonanotte amore.” – “Buonanotte…”

    Ma le tue labbra rispondono in modo diverso
    E il mio corpo si dissolve in un vortice di desiderio.
    Vuole parlare l’amore con te:
    Buio, buio e silenzio, solo i nostri corpi.

    Le tue labbra sul mio corpo non mi mettono a disagio
    La loro dolcezza sul mio seno mi contagia
    Un brivido caldo sgorga dal mio grembo.
    Sì, sì, baciami amore.

    E mi lascio andare verso le tue labbra.
    Vagano sempre più in l , sempre più in l
    La tua testa sulle mie gambe e sul mio grembo
    Sempre più vicine alla sorgente del mio desidero…

    Le tue labbra umide sulle mie intimit
    Sono un fiume caldo che scorre fra noi due
    E ci rende un’entit sola.
    Vivo con te in un unico palpito
    Cosa posso fare per tradurlo in parole,
    Tutto finisce per essere inadeguato,
    Tutto tranne il tuo nome.
    Non ho altro da ripetere:
    Il tuo nome, il tuo nome …


    Il mio corpo abbandona ogni residua volont ,
    Vola via verso l’essenza dell’amore
    Si spalanca ad accogliere un rapimento incontenibile.
    (Non fermarti amore, ti prego. Adesso: sì, così…)

    “Buonanotte.” – “Buonanotte.”

    Rimango immobile mentre vado incontro al sonno,
    non posso che restare inerte x affermare l’inesprimibile,
    Per conservare così l’estasi finalmente raggiunta
    Dell’intimit e dell’appagamento più totalizzanti.

    E. S., nessuna precedente pubblicazione

Milano, 2006-09-15 01:12:54
� Copyright italialibri.net, Milano - Vietata la riproduzione, anche parziale, senza consenso di italialibri.net



RASSEGNA DI POESIA
Google
Web www.italialibri.net www.italialibri.org

AUTORI A-Z
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

OPERE A-Z
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

SBN & RICERCHE...
Iccu
NOTIZIEITALIALIBRI
Notizie ItaliaLibri
Registrati!
Ricevi gratis i notiziari periodici con le novità librarie e le notizie di italialibri.net.
Gratis!

PROGETTO U.G.O.
Ugo


«La fanciulla, chiaramente regina di cuori e fortune, avanzava però, in quello tetro luogo, con quel tanto di convenzionale allarme, e un minimo di autentica attenzione, atti a significare che il suo animo sportivo non era del tutto indifferente ai fascini dell’orrido e di una naturale (alla estrema indigenza) depravazione.»

(Anna Maria Ortese, L’iguana;)

AUTORI A-Z
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W X Y Z

OPERE A-Z
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W X Y Z

PAROLE NUOVE

Chi decide della dignità di un nano?
Ovvero, la liberta di liberarsi da alcune libertà fondamentali
Un sano pragmatismo fondato sull'alleanza tra scienza laica e filosofia permea Il lancio del nano, accanto a una tenace, puntigliosa, divertita curiosità per quelli che sono i veri e falsi dilemmi e i paradossi della morale moderna. Le forze oscurantiste ostacolano la risoluzione di tali dilemmi. Armando Massarenti inquadra la diatriba fra una cultura arroccata sul giustificazionismo a-storico, e una cultura aperta alla comprensione del nostro tempo, alla complessità dei suoi problemi, alle sfide della scienza e del sapere filosofico, e soprattutto ai mutamenti che le trasformazioni sociali impongono ai codici etico-morali. (Roberto Caracci)
Fragilità dell'identità nazionale
(Ma l'universale umano è un valore superiore)
Claudio Magris parla della natura che riveste un confine a lui prossimo e di quell'altra, la natura degli esseri umani. Parla di alcune opere che la sua penna felice ci ha donato, parla della letteratura e dei suoi guasti e parla del proprio rapporto con il lettore. Parla della lingua, dell'identità e della cultura nazionali come opportunità di conoscenza ma anche di disconoscimento. Parla della globalizzazione, della competitività e della crescente difficoltà che uno scrittore incontra oggi se vuole coprire fino in fondo il proprio ruolo d'intellettuale. (Sergio Sozi)
L’aristocrazia letteraria di Tomasi di Lampedusa
Nel racconto “La sirena”, scritto negli ultimi mesi di vita, il livello reale e quello surreale si incontrano
Nato a Palermo da un'antica famiglia della nobiltà siciliana, Giuseppe Tomasi di Lampedusa comincia a scrivere, durante un soggiorno nella casa londinese di uno zio ambasciatore, saggi sulla letteratura inglese. D'indole solitaria, accetta intorno a sé solo una ristretta cerchia di intellettuali sciliani. «Scrittore di un unico libro» (Montale) a fianco del più celebre romanzo, senza volere considerare vere e proprie narrazioni le “lezioni“ di letteratura francese ed inglese, si collocano degnamente i Racconti che furono pubblicati postumi sulla scia del successo de Il Gattopardo, opera a cui si lega la fama dell’autore. (Anna Maria Bonfiglio)

Una forte speranza
La guerra vista da un bambino e la seconda bomba atomica
Human Rights Watch reputa che ci siano attualmente tra 200.000 e 300.000 bambini-soldato, arruolati e in armi in venti paesi in tutto il mondo. Infanzie negate e spesso soggette a orribili violenze, al servizio di bande di ribelli ma spesso anche di forze governative, partecipano a pieno titolo e a tutti gli effetti al combattimento. Vengono mandati avanti per individuare campi minati, compiere missioni suicide, fungere da collegamento come spie, messaggeri o vedette. (Rania El Mansour)
Romanticismo e realtà
Tra ironia e avventura, la Resistenza come formazione
Con 'I piccoli maestri' Luigi Meneghello scrive un romanzo di formazione nel quale l’esperienza della guerra di Resistenza si trasfigura, da drammatico contesto storico-politico in scenario di avventure nel quale i protagonisti raggiungono la propria maturazione sentimentale e culturale. (Pasquale Vitagliano)
Lidia Ravera
Cantore delle trasformazioni della società e dei problemi dell'universo femminile
Lidia Ravera ha saputo rispecchiare con il suo lavoro il disagio di una generazione irrequieta e idealista. I suoi romanzi sezionano i legami familiari, i rapporti madre-figlio e padre-figlia - stereotipi relazionali che tendiamo a riprodurre anche nei rapporti di coppia – i genitori come elementi che condizionano prepotentemente la crescita, la vita personale e sociale degli individui (Luca Gabriele)


ALTROVE






Pubblica annunci su ItaliaLibri
Pubblica annunci Google AdWords su ItaliaLibri
http://www.italialibri.net - email: - Ultima revisione Mer, 15 mag 2008