ITALIALIBRI - RIVISTA MENSILE ONLINE DI LIBRI ITALIANI, BIOGRAFIE DI AUTORI E RECENSIONI DI OPERE LETTERARIE

SCRIPTORIUM

    IL PRIMO BUONGIORNO

    Sono ancora immersa
    Nel torpore dei pensieri del primo mattino
    Quando colgo la tua presenza:
    Sei lì, alle mie spalle, per darmi il tuo buongiorno.

    Colgo nel tuo lungo bacio
    Un desiderio forte, imperioso
    Che mi stupisce e poi si impossessa di me
    Piano piano, ma sempre più energicamente.

    E una bramosia dolce prima,
    Poi sempre più intensa e impaziente
    Nasce anche dal mio profondo essere.
    “Voglio fondermi con te” – mi dici.

    I tuoi baci che indugiano sul mio corpo
    Sono la più dolce delle torture,
    No, troppo presto adesso
    Ho pudore del mio corpo, temo ciò che provo.

    Desidero tanto abbracciarti davanti alle rondini
    E sentir fremere i tuoi glutei sodi sotto il mio tocco leggero.
    Anch’io vorrei fondermi con te,
    Godere insieme il brivido della nostra pelle a contatto.

    Sento la parte più oscura di te
    Entrare nel cuore della mia intimit ,
    Il mio ventre ti asseconda e ti accoglie
    Le mie gambe agganciano il tuo corpo disteso sotto di me.

    È un’unione forte e insieme meravigliosamente dolce,
    Come se io fossi stata sempre lì ad aspettarti.
    Ho bisogno di accarezzarti con la parte più intima di me
    Di sentire i nostri muscoli contrarsi al mio tocco.

    Il mio ondeggiare è lento sul tuo corpo
    Per godere ogni attimo della nostra vicinanza
    Ma le tue carezze ben presto mi travolgono
    E perdo il controllo del respiro e delle parole.

    E smarrisco la coscienza,
    Una forza estranea, una furia
    Si impossessa del mio essere e lo annulla,
    Agisce a prescindere dalla mia volont .

    L’ultimo mio desiderio
    È di andare sempre più forte
    Sempre più forte e più in fretta
    Sembra una giostra di piacere.

    Non siamo più un tu e un io ma un noi,
    Siamo un unico essere che vive di vita propria.
    L’esplosione del piacere coglie me e te
    Improvvisa, potente, incontrollabile…

    … e mi ritrovo, con i corpi ancora avviluppati,
    In un tenero abbraccio di sguardi,
    A esplorare dolcemente con la punta delle dita
    Il folto bosco delle tue sopracciglia.

    Buongiorno Amore

    E. S., titolo pubblicazione / nessuna precedente pubblicazione / opera non segnalata

Milano, 2006-09-15 01:11:44
� Copyright italialibri.net, Milano - Vietata la riproduzione, anche parziale, senza consenso di italialibri.net



RASSEGNA DI POESIA
Google
Web www.italialibri.net www.italialibri.org

AUTORI A-Z
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

OPERE A-Z
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

SBN & RICERCHE...
Iccu
NOTIZIEITALIALIBRI
Notizie ItaliaLibri
Registrati!
Ricevi gratis i notiziari periodici con le novità librarie e le notizie di italialibri.net.
Gratis!

PROGETTO U.G.O.
Ugo


«I peggiori nemici del capitalismo non sono i sindacalisti agitatori con la loro critica corrosiva contro il sistema, bensì i dirigenti in abiti gessati che decantano le virtù dei mercati competitivi in ogni discorso, mentre tentano di sopprimerli con ogni azione»

(Luigi Zingales e Raghuram G. Rajan, Salvare il capitalismo dai capitalisti)

AUTORI A-Z
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W X Y Z

OPERE A-Z
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W X Y Z

PAROLE NUOVE

La farfalla dalle ali bruciate
Un senso problematico e sofferto della natura
Nella raccolta 'Particolari in controsenso' Marco Balzano osserva la realtà nel suo rovescio, nella sua controtendenza. Una visione della vita e della natura dove al senso si rinuncia; una visione disincantata e talvolta amara del tempo. (Roberto Caracci)
La confusione dialogica
Intervista con Massimo Cacciari
La logica della Shoah è del tutto straordinaria rispetto ad ogni genocidio commesso e perpetrato nel passato. La Shoah ha degli elementi e degli aspetti anche culturali e anche religiosi e filosofici assolutamente peculiari. Quindi la Shoah non è ripetibile e riproducibile: è qualcosa di unico, di estremo e irripetibile e non per la quantità di vittime, ma per aspetti meramente qualitativi, in cui il male si è presentato in una forma eccessiva, esclusiva e irripetibile. (Laura Tussi)
Dinanzi alle Terme di Caracalla
Tratta dalle “Odi Barbare”, s’ispira alla rievocazione commossa del paesaggio storico
La voce più intima di Giosuè Carducci, già individuata nel senso doloroso, seppur virile, della morte del tutto, nella stagione della estrema maturità, scarta ancora i limiti angusti della cronaca e della storia, per scendere nella profondità dell’io per indagare le ragioni ultime dell’essere. Questa ricerca è sottintesa dalla sicura consapevolezza di una «poetica della malinconia» e dall’acquisto di un nuovo senso creativo della «immagine» e della «parola», in una misura in cui coincidono prodigiosamente poetica e poesia. (Reno Bromuro)

I due destini di uno scarto
(Grazie ad esso la vita acquista un senso nuovo)
La velocita lo comprime. Ogni secondo diventa prezioso per chi vuole arrivare e per chi, al contrario, non desidera partire. O meglio... di-partire. Del tempo, dunque, meglio non gettare via nulla. Neanche uno scarto. (Carla Montuschi)
Toblack
Il linguaggio di Sergio Corazzini apre la strada alla poesia moderna del secolo scorso
Toblack (Toblach, Dobbiaco, in alta val Pusteria) nella poesia è una città-ospedale. Il sanatorio si trovava in verità a San Candido, conosciuta fin dal medioevo per le sorgenti termali, usate a scopi terapeutici. Nel 1856 fu eretto il noto sanatorio del dottor Johann Scheiber, trasformato poi in un imponente e prestigioso “Grand Hotel Wildbad”. Nella scelta del titolo il poeta è stato influenzato dalla suggestione onomatopeica che risuona nella parola “Toblack”. (Redazione Virtuale)
Le insolite astrazioni di Giannino di Lieto
«Un immenso deposito dei detriti di un mondo che, già prima dell’esplosione, doveva essere destituito di significato»
Giannino di Lieto (Minori, Salerno 1930-2006), poeta nuovo che non ha modelli, non ha maestri, ripudia gli imitatori, non cerca adepti, ha vissuto intensamente, dividendosi fra la scrittura, l’organizzazione culturale e l’impegno ideologico, seguendo un discorso proprio, fuori e sopra le mode, libero. (Giovanni Maria di Lieto)


ALTROVE






Pubblica annunci su ItaliaLibri
Pubblica annunci Google AdWords su ItaliaLibri
http://www.italialibri.net - email: - Ultima revisione Mer, 15 mag 2008