ITALIALIBRI - RIVISTA MENSILE ONLINE DI LIBRI ITALIANI, BIOGRAFIE DI AUTORI E RECENSIONI DI OPERE LETTERARIE

SCRIPTORIUM

    NOTTE DI LUCE


    Il buio avvolge i nostri corpi assopiti,
    Il silenzio e la pace
    Ci avvolgono nell’intimit ,
    Sto per partire
    Per la mia isola di sogni e di magie.
    La mia fatina è qui,
    Dove dolcezza e armonia regnano.

    Un trillo spezza il mio incantesimo,
    Lega le ali alla mia anima,
    Mette in ceppi la mia mente:
    È la realt che mi chiama
    Con le sue braccia possenti.
    Il mio volo senza ali deve terminare,
    Devo spegnere il mio cuore nell’oblio.

    Ma io voglio vivere di te,
    Nutrirmi e alimentarti
    Col nostro amore
    Fatto di momenti eterni.
    Domani andrò a mietere
    Oasi di ricordi,
    Oggi voglio vivere.

    Legato senza ceppi
    Il mio desiderio si scioglie
    In voli senza ali.
    Canti e sospiri,
    Fiaccole accese
    A illuminare
    Notti silenziose.

    La mia mano ti cerca,
    Il mio corpo ti avvolge
    In un smania di vano possesso.
    Vorrei tenerti solo con me,
    Non dividerti con nessuno al mondo,
    Frenesia di rompere catene di
    Frammenti di giorni non vissuti.

    Voglio possederti:
    Voglio sentire il tuo cuore battere per me,
    Voglio cogliere il grido della tua pelle
    Che reagisce alle mie carezze,
    Voglio appropriarmi di ogni parte del tuo corpo.
    Invocami nell’estasi d’amore
    E io mi unirò a te.

    Il profilo del tuo corpo si staglia nella penombra,
    La tua nudit mi illumina,
    Mi attira, mi coinvolge.
    Voglio stendermi su di te,
    Sperimentare su di te il potere del mio corpo,
    Una coppa di ansie fiammeggianti
    Che tu riversi in algide cascate.

    Le mie mani scorrono su di te,
    Vogliono memorizzare ogni millimetro della tua pelle;
    Le tue natiche sono bianche e morbide,
    Le tue gambe assecondano docili il mio tocco.
    Mi sento addosso tanta energia,
    Il tuo corpo risponde,
    L’occhio del cuore
    Ascolta, tace e balla.

    Ogni sospiro è una vittoria,
    Ogni fremito è un segno di resa
    Al potere divino dell’altro:
    Nulla può separarci, nemmeno la realt .
    Il tuo respiro è sempre più affannoso,
    Il tuo corpo reclama il possesso del mio.
    Tu sei mio e lo sarai per sempre, così.

    E. S., titolo pubblicazione / nessuna precedente pubblicazione / opera non segnalata

Milano, 2006-09-15 01:10:48
� Copyright italialibri.net, Milano - Vietata la riproduzione, anche parziale, senza consenso di italialibri.net



RASSEGNA DI POESIA
Google
Web www.italialibri.net www.italialibri.org

AUTORI A-Z
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

OPERE A-Z
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

SBN & RICERCHE...
Iccu
NOTIZIEITALIALIBRI
Notizie ItaliaLibri
Registrati!
Ricevi gratis i notiziari periodici con le novità librarie e le notizie di italialibri.net.
Gratis!

PROGETTO U.G.O.
Ugo


«Sotto tanto sole
nella barca ristretta
il brivido
di sentire contro le mie ginocchia
la nudità pura d’un fanciullo
e l’ebbro strazio di covare nel sangue
quello ch’egli non sa.»

(Antonia Pozzi, Innocenza, 28 giugno 1929 in Parole)

AUTORI A-Z
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W X Y Z

OPERE A-Z
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W X Y Z

PAROLE NUOVE

Apocalisse da camera
Apologia dell'incomunicabilità
Ne La Piccola Apocalisse l’interesse della narrazione è totalmente rivolto alla parola. Tommaso Landolfi rimane ai margini del panorama intellettuale della sua epoca, ma è assolutamente rappresentativo della crisi esistenziale dell’uomo del Novecento: l’incomunicabilità, la rappresentazione letteraria come lente deformante della realtà sono prerogative onnipresenti nella scrittura landolfiana, nell'ambito di quel filone della prosa che oltrepassa i limiti del reale in direzione del fantastico. (Marta Ferri)
In natura prevale la resistenza
Intervista a Luciano Erba
Luciano Erba, esponente di punta del gruppo di poeti denominato della Linea Lombarda, spiega il senso dei versi della raccolta poetica Remi in barca. Non un punto di arrivo, ma un economico riassetto personale, per procedere con maggiore efficienza e minor sforzo. (Maria Antonietta Trupia)
Arte e vita
I diari di Antonia Pozzi
La passione poetica di Antonia Pozzi, Antigone moderna, sull'orlo del precipizio, perduta nello sforzo di rigenerarsi, uno dei grandi poeti del secolo, e il suo essere donna, erano forse in conflitto con un ambiente culturale e sociale inadatti a riconoscerla pienamente nella sua identità di poetessa. Secondo di due articoli. (Tiziano Salari)

I due destini di uno scarto
(Grazie ad esso la vita acquista un senso nuovo)
La velocita lo comprime. Ogni secondo diventa prezioso per chi vuole arrivare e per chi, al contrario, non desidera partire. O meglio... di-partire. Del tempo, dunque, meglio non gettare via nulla. Neanche uno scarto. (Carla Montuschi)
Letteratura e La Milano dei Manzoni e dei Verri
'Lessico familiare' e coscienza civile
Dobbiamo a Marta Boneschi ('Quel che il cuore sapeva, Giulia Beccaria, i Verri, i Manzoni') una biografia di Giulia Beccaria e la ricostruzione di uno degli ambienti intellettuali che più ha contribuito alla formazione di una moderna coscienza civile e nazionale (Pasquale Vitagliano)
Il caso e la necessità
La straordinaria avventura di un uomo-ragno
Tommaso Landolfi si laurea all'Università di Firenze in lingua e letteratura russa. Traduttore quindi di importanti autori russi, i suoi primi testi compaiono sulle riviste letterarie del tempo. Nobile aristocratico, ironico e indifferente, affascinato dai ragni, dal tappeto verde della roulette e dal caso, in cui crede dubitandone, ci ha lasciato una vasta opera letteraria, delle più pregevoli e raffinate, al di fuori del tempo, a livello dei maggiori protagonisti della sua incredibile epoca. (Redazione Virtuale)


ALTROVE






Pubblica annunci su ItaliaLibri
Pubblica annunci Google AdWords su ItaliaLibri
http://www.italialibri.net - email: - Ultima revisione Mer, 15 mag 2008