ITALIALIBRI - RIVISTA MENSILE ONLINE DI LIBRI ITALIANI, BIOGRAFIE DI AUTORI E RECENSIONI DI OPERE LETTERARIE

SCRIPTORIUM

    NOTTE DI LUCE


    Il buio avvolge i nostri corpi assopiti,
    Il silenzio e la pace
    Ci avvolgono nell’intimità ,
    Sto per partire
    Per la mia isola di sogni e di magie.
    La mia fatina è qui,
    Dove dolcezza e armonia regnano.

    Un trillo spezza il mio incantesimo,
    Lega le ali alla mia anima,
    Mette in ceppi la mia mente:
    È la realtà che mi chiama
    Con le sue braccia possenti.
    Il mio volo senza ali deve terminare,
    Devo spegnere il mio cuore nell’oblio.

    Ma io voglio vivere di te,
    Nutrirmi e alimentarti
    Col nostro amore
    Fatto di momenti eterni.
    Domani andrò a mietere
    Oasi di ricordi,
    Oggi voglio vivere.

    Legato senza ceppi
    Il mio desiderio si scioglie
    In voli senza ali.
    Canti e sospiri,
    Fiaccole accese
    A illuminare
    Notti silenziose.

    La mia mano ti cerca,
    Il mio corpo ti avvolge
    In un smania di vano possesso.
    Vorrei tenerti solo con me,
    Non dividerti con nessuno al mondo,
    Frenesia di rompere catene di
    Frammenti di giorni non vissuti.

    Voglio possederti:
    Voglio sentire il tuo cuore battere per me,
    Voglio cogliere il grido della tua pelle
    Che reagisce alle mie carezze,
    Voglio appropriarmi di ogni parte del tuo corpo.
    Invocami nell’estasi d’amore
    E io mi unirò a te.

    Il profilo del tuo corpo si staglia nella penombra,
    La tua nudità mi illumina,
    Mi attira, mi coinvolge.
    Voglio stendermi su di te,
    Sperimentare su di te il potere del mio corpo,
    Una coppa di ansie fiammeggianti
    Che tu riversi in algide cascate.

    Le mie mani scorrono su di te,
    Vogliono memorizzare ogni millimetro della tua pelle;
    Le tue natiche sono bianche e morbide,
    Le tue gambe assecondano docili il mio tocco.
    Mi sento addosso tanta energia,
    Il tuo corpo risponde,
    L’occhio del cuore
    Ascolta, tace e balla.

    Ogni sospiro è una vittoria,
    Ogni fremito è un segno di resa
    Al potere divino dell’altro:
    Nulla può separarci, nemmeno la realtà .
    Il tuo respiro è sempre più affannoso,
    Il tuo corpo reclama il possesso del mio.
    Tu sei mio e lo sarai per sempre, così.

    E. S., titolo pubblicazione / nessuna precedente pubblicazione / opera non segnalata

Milano, 2006-09-15 01:10:48
� Copyright italialibri.net, Milano - Vietata la riproduzione, anche parziale, senza consenso di italialibri.net



RASSEGNA DI POESIA
Google
Web www.italialibri.net www.italialibri.org

AUTORI A-Z
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

OPERE A-Z
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

SBN & RICERCHE...
Iccu
NOTIZIEITALIALIBRI
Notizie ItaliaLibri
Registrati!
Ricevi gratis i notiziari periodici con le novità librarie e le notizie di italialibri.net.
Gratis!

PROGETTO U.G.O.
Ugo


«Io agisco regolarmente su due piani: "il piano umano", cioè la vita quotidiana; e il "piano disumano", cioè la finzione letteraria, le rappresentazioni della fantasia, più ≠ e qui viene la fiction ≠ quella parte ("arrangiata") di vita quotidiana che io volgo a profitto della letteratura, sfruttandone gli eventi come contenuti ai fini narrativi»

( Alberto Arbasino, L’Anonimo lombardo)

AUTORI A-Z
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W X Y Z

OPERE A-Z
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W X Y Z

PAROLE NUOVE

Le parole in viaggio del coltivatore nomade
Lo sguardo impermanente del viaggiatore
Un misterioso viaggiatore, Giano, nella finzione narrativa di Sguardo di transito cede il plico dei suoi racconti di viaggio all’autore – Franco Romanò – affinché questi vi metta ordine. La sua frustrazione di viaggiatore solitario (Lisbona, Berlino, Sudafrica, Sudamerica, Venezia, Damasco, Portogallo, Messico, Cuba, Siria...), che sceglie di non viaggiare più e ritirarsi in un fazzoletto di terra- dopo aver rifatto quasi il percorso di Alessandro Magno - va al di là della dimensione individuale, ma riguarda anche il livello di una umanità che ha smarrito il senso del dialogo fra diversi e, malgrado l'unità del mondo globalizzato, della comunione (Roberto Caracci)
La confusione dialogica
Intervista con Massimo Cacciari
La logica della Shoah è del tutto straordinaria rispetto ad ogni genocidio commesso e perpetrato nel passato. La Shoah ha degli elementi e degli aspetti anche culturali e anche religiosi e filosofici assolutamente peculiari. Quindi la Shoah non è ripetibile e riproducibile: è qualcosa di unico, di estremo e irripetibile e non per la quantità di vittime, ma per aspetti meramente qualitativi, in cui il male si è presentato in una forma eccessiva, esclusiva e irripetibile. (Laura Tussi)
Pietà proibita
Malaparte e Pasolini di fronte allo “scandalo” del Cristo
In origine concepito per essere un romanzo, il Cristo proibito, per il suo iper-realismo, anticipa un certo cinema degli anni ’60-’70 e introduce la cinematografia pasoliniana. Sono gli innocenti che devono sempre pagare ma sono essi che fanno camminare il mondo. Malaparte e Pasolini hanno entrambi vibrato tra cosmopolitismo e ricerca di un’autentica identità nazionale, profeti di un’Italia più moderna e veggenti dei pericoli disumanizzanti del progresso e del benessere. (Pasquale Vitagliano)

Akiko e le nuvole

Ogni separazione è come un volo, il distacco dalla terraferma e da ogni certezza. Una donna, il vento, il mare e le nuvole. La storia biografica di Akiko attraverso un breve componimento "alla giapponese" (Vilma Viora)
Sorelle
Trilogia della sorellanza
Sorelle, il romanzo di Lidia Ravera, dipinge una rappresentazione intensa e sottile, in tre momenti, dell’archetipo di tutte le relazioni tra donne: la sorellanza. Sorelline. Sorellastre. Sorelle. Una trilogia di lunghi e intensi racconti, scritti dopo la morte precoce dell’unica e adorata sorella della scrittrice. Tre ampie narrazioni che descrivono con acume e commozione le diverse età del medesimo sentimento, quello dell’amore familiare. (Luca Gabriele)
Giovanni Sartori
Le sue opere sono tradotte in tutto il mondo
Giovanni Sartori è nato a Firenze. Laureato nel 1946 in Scienze Politiche e Sociali, già autore di una teoria riguardante la classificazione dei sistemi partitici, è riconosciuto come uno dei massimi esperti internazionali di politologia. Ha insegnato nelle università di Firenze, Stanford, Yale e Harvard e ha ricevuto numerosi riconoscimenti internazionali. (Redazione Virtuale)


ALTROVE






Pubblica annunci su ItaliaLibri
Pubblica annunci Google AdWords su ItaliaLibri
http://www.italialibri.net - email: - Ultima revisione Mer, 15 mag 2008