ITALIALIBRI - RIVISTA MENSILE ONLINE DI LIBRI ITALIANI, BIOGRAFIE DI AUTORI E RECENSIONI DI OPERE LETTERARIE

SCRIPTORIUM

Per una nuova etica dello sviluppo

Il tema dei RIFIUTI prosegue in questo semestre (gennaio-giugno 2007) una serie di argomenti incentrati sull\'Ambiente, che ItaliaLibri sottopone alla sensibilità, all\'immaginazione, alla razionalità degli autori. I frutti (versi, racconti o saggi) verranno accolti sul sito e tra le pagine della nuova pubblicazione letteraria.
SEZIONE POESIA
[ RACCONTI ] | [ SAGGI ]

    GLI AMANTI

    Erano così ingordi
    che non consumarono la cena.
    Al mattino la casa aveva un aspetto strano.
    Piatti pieni di cibo dappertutto,
    come se ospiti a lungo attesi
    non fossero mai arrivati,
    e calici colmi di vino,
    riflessi granati di un incendio
    scoppiato altrove.

    Beatrice Nolè, nessuna precedente pubblicazione / opera non segnalata (2006-09-15 01:14:48)

    OGNI VOLTA

    Ogni volta
    compassi il mio corpo di donna
    a misurarne la vastit .
    Cerchi impaziente
    le impronte che ieri hai lasciato
    a conferma che è tuo.

    Ma una luce inattesa
    gi disegna forme nuove
    per la tua smania di predatore.

    Allora pieghi la forza delle tue mani possenti
    riduci la voce ad un sussurro
    e ti fai mendicante
    a girovagare sul mio ventre di madre.

    Poi ti abbandoni fiducioso
    alla corrente
    e risali i fiumi sotterranei
    del mio corpo di acqua.

    Così, bagnata dai primitivi colori,
    freme
    la tua carne di fanciullo.

    Beatrice Nolè, Al margine Campanotto Ed. (2006-09-15 01:14:23)

    RICORDO

    Il buio dell’ultima notte
    È tutto in un’ampolla,

    Il suo inchiostro ha scritto
    Sulla nostra pelle

    Ricordi di passione

    Emanuele Sorrentino, nessuna precedente pubblicazione (2006-09-15 01:13:52)

    DI UNA LACRIMA

    Come seguire
    Il tortuoso scivolare di una lacrima,
    Che scende per asperit ,
    S’incunea s’incurva,
    S’asciuga sul tuo abito di fuoco,
    Evapora l’addio
    D’incontri fuggiaschi,
    Nel profumo dell’erba rugiadosa
    E alta,
    Sul velluto di un prato,
    Contro la grezza corteccia
    E le radici, avvinghiati
    L’un l’altro a rigenerare
    Natura

    Emanuele Sorrentino, nessuna precedente pubblicazione (2006-09-15 01:13:27)

    BUONANOTTE

    Salve alla penombra della luce dell’abat jour,
    Il nostro letto mi accoglie stanca, svuotata di ogni energia,
    Desidero dormire, ho voglia di pace.
    “Buonanotte amore.” – “Buonanotte…”

    Le tua labbra mute si posano sulle mie
    Parlano un altro linguaggio
    Comunica il gesto, comunica il tuo bacio.
    “E buonanotte ancora, amore.” – “Buonanotte…”

    Le tue labbra sono morbide e calde
    Senza parole cercano ancora le mie
    Dialogano con la mia pelle
    Esprimono un desiderio

    (No, non adesso,
    Voglio solo naufragare nel riposo.
    Ho voglia di pace con te.)
    “Buonanotte amore.” – “Buonanotte…”

    Ma le tue labbra rispondono in modo diverso
    E il mio corpo si dissolve in un vortice di desiderio.
    Vuole parlare l’amore con te:
    Buio, buio e silenzio, solo i nostri corpi.

    Le tue labbra sul mio corpo non mi mettono a disagio
    La loro dolcezza sul mio seno mi contagia
    Un brivido caldo sgorga dal mio grembo.
    Sì, sì, baciami amore.

    E mi lascio andare verso le tue labbra.
    Vagano sempre più in l , sempre più in l
    La tua testa sulle mie gambe e sul mio grembo
    Sempre più vicine alla sorgente del mio desidero…

    Le tue labbra umide sulle mie intimit
    Sono un fiume caldo che scorre fra noi due
    E ci rende un’entit sola.
    Vivo con te in un unico palpito
    Cosa posso fare per tradurlo in parole,
    Tutto finisce per essere inadeguato,
    Tutto tranne il tuo nome.
    Non ho altro da ripetere:
    Il tuo nome, il tuo nome …


    Il mio corpo abbandona ogni residua volont ,
    Vola via verso l’essenza dell’amore
    Si spalanca ad accogliere un rapimento incontenibile.
    (Non fermarti amore, ti prego. Adesso: sì, così…)

    “Buonanotte.” – “Buonanotte.”

    Rimango immobile mentre vado incontro al sonno,
    non posso che restare inerte x affermare l’inesprimibile,
    Per conservare così l’estasi finalmente raggiunta
    Dell’intimit e dell’appagamento più totalizzanti.

    E. S., nessuna precedente pubblicazione (2006-09-15 01:12:54)

© Copyright italialibri.net, Milano - Vietata la riproduzione, anche parziale, senza consenso di italialibri.net


[Inizio] [Prec.] 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 [Succ.] [Fine]

SEZIONE POESIA
[ RACCONTI ] | [ SAGGI ]

Google
Web www.italialibri.net www.italialibri.org

AUTORI A-Z
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

OPERE A-Z
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

SBN & RICERCHE...
Iccu
NOTIZIEITALIALIBRI
Notizie ItaliaLibri
Registrati!
Ricevi gratis i notiziari periodici con le novità librarie e le notizie di italialibri.net.
Gratis!

PROGETTO U.G.O.
Ugo


«Dio non esiste, ma per il rispetto che porto a questa antica e veneranda credenza umana, penso che, se esistesse, farebbe bene a tirarsi fuori subito da tutto questo»

(Alberto Asor Rosa, La guerra)

AUTORI A-Z
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W X Y Z

OPERE A-Z
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W X Y Z

PAROLE NUOVE

Girando a vuoto sul parquet
Un mondo al di là del reale
I versi di Mario De Santis volteggiano ne Le ore impossibili come le figure di una danza, che ha i suoi ritmi ma anche le sue imprevedibili trasgressioni, le sue libertà di movimento. Anche scrivere, per De Santis, è una danza, che ha tra l’altro la fantasia e la necessità figurale, oltre alla leggerezza e la tragedia, di un tango argentino (Roberto Caracci)
La confusione dialogica
Intervista con Massimo Cacciari
La logica della Shoah è del tutto straordinaria rispetto ad ogni genocidio commesso e perpetrato nel passato. La Shoah ha degli elementi e degli aspetti anche culturali e anche religiosi e filosofici assolutamente peculiari. Quindi la Shoah non è ripetibile e riproducibile: è qualcosa di unico, di estremo e irripetibile e non per la quantità di vittime, ma per aspetti meramente qualitativi, in cui il male si è presentato in una forma eccessiva, esclusiva e irripetibile. (Laura Tussi)
L’aristocrazia letteraria di Tomasi di Lampedusa
Nel racconto “La sirena”, scritto negli ultimi mesi di vita, il livello reale e quello surreale si incontrano
Nato a Palermo da un'antica famiglia della nobiltà siciliana, Giuseppe Tomasi di Lampedusa comincia a scrivere, durante un soggiorno nella casa londinese di uno zio ambasciatore, saggi sulla letteratura inglese. D'indole solitaria, accetta intorno a sé solo una ristretta cerchia di intellettuali sciliani. «Scrittore di un unico libro» (Montale) a fianco del più celebre romanzo, senza volere considerare vere e proprie narrazioni le “lezioni“ di letteratura francese ed inglese, si collocano degnamente i Racconti che furono pubblicati postumi sulla scia del successo de Il Gattopardo, opera a cui si lega la fama dell’autore. (Anna Maria Bonfiglio)

Blackout
Dall'oscurità, la luce...
Per tre personaggi, ognuno con la propria storia, la notte bianca di Roma del grande blackout del 2003 diventa motivo di scoperta e nuova consapevolezza. Erica, in deficit di sonno, culla la sua bambina e fantastica di volare; Francesca affronta nell'oscurità un uomo semi-sconosciuto e una nuova relazione; Adriano, stanato dalla paralisi degli elettrodomestici apre gli occhi per la prima volta dopo lungo tempo e vede il mondo reale... (Roberta Andres)
Democrazia critica
Un contributo illuminante e una proposta per contrastare alcuni fenomeni degenerativi della società democratica
Nel saggio ‘Il crucifige e la democrazia’, secondo il sottile e sofisticato ragionamento di Gustavo Zagrebelsky, una teoria della democrazia come fine e non solo come mezzo deve saper proporre un modello di pensiero ‘che non presuma di possedere la verità e la giustizia, ma nemmeno ne consideri insensata la ricerca’. (Redazione Virtuale)
Un testimone del Novecento
Tra rigore morale e impegno intellettuale
Emilio Lussu fu un eminente testimone del Novecento italiano. Attraverso appassionate descrizioni della vita in trincea e, successivamente, dell'esperienza dell'opposizione al regime fascista e all'impegno socio-politico a favore della rinascita della sua terra, spesso a rischio della propria incolumità fisica, ha rappresentato con coscienza gran parte del Novecento italiano. (Ademario Lo Brano)


ALTROVE






Pubblica annunci su ItaliaLibri
Pubblica annunci Google AdWords su ItaliaLibri
http://www.italialibri.net - email: - Ultima revisione Mer, 15 mag 2008