ITALIALIBRI - RIVISTA MENSILE ONLINE DI LIBRI ITALIANI, BIOGRAFIE DI AUTORI E RECENSIONI DI OPERE LETTERARIE
ITALIALIBRI - RIVISTA MENSILE ONLINE DI LIBRI ITALIANI, BIOGRAFIE DI AUTORI E RECENSIONI DI OPERE LETTERARIE
AUTORI - OPERE - INTERVISTE - DOSSIER - RIVISTA - POSTA - UFFICIO STAMPA

ARSENIO LUPIN BABBO NATALE 2005. FARE CULTURA SIGNIFICA ANCHE PREOCCUPARSI DELLA CULTURA

Intenational
Opere A-ZAutori A-ZArchivio
IntervisteMappe letterarieDossierContributiIle de France
Il lato oscuroScriversi addosso
RegistratiNotizie ItaliaLibri
Notizie ItaliaLibri

Ricevi gratis i notiziari periodici con le novità librarie e le notizie di italialibri.net.
Gratis!

Nuove acquisizioniNovità in libreriaLa mia libreriaCalendario
Chi siamoRedazione Virtuale
Ufficio stampaLa posta di Dora
Progetto UGOLink






Google
Web
www.italialibri.net
www.italialibri.org

Contributi
Natale 2005
Al celebre fantasista francese l'ambito riconoscimento messo in palio dalla redazione di ItaliaLibri. Ovvero, fare cultura significa anche preoccuparsi della Cultura.

cco che un altro anno è passato. Un anno di “alacre attesa” (ma de che?), caratterizzato da un attività frenetica, i cui risultati si vedranno nei mesi a venire.

Sempre sulla cresta dell'onda. Arsenio Lupin, nell'interpretazione dell'attore francese Romain Duris, 2004
L'evento più significativo si è palesato quando il Governo, in un coro di proteste, ha tagliato le spese per le attività culturali.

Ha fatto bene.

Così si comprende ancora più chiaramente con chi si ha a che fare. Con questo provvedimento la maggioranza ha dimostrato che lo sviluppo della Cultura non rientra nelle priorità del paese che ha in mente di plasmare, tanto più che, dato che il mondo della cultura è “comunista”, colpire il mondo della cultura significa colpire, con una certa precisione, una parte degli elettori che sostengono lo schieramento “nemico”.

Così si interpreta più chiaramente anche lo spirito che sottende alla riforma della Pubblica Istruzione

ItaliaLibri non ne ha sofferto (ItaliaLibri non soffre! Prospera nonostante le avversità, in compagnia di 15.000 lettori che ogni giorno ci vengono a trovare). Infatti ItaliaLibri dal Governo non ha ricevuto neppure un centesimo. Mai.

In realtà ci avevamo provato. Il bando del Ministero degli Esteri sembrava tagliato su misura per noi.

Lo ammettiamo, abbiamo chiesto di concorrere per ricevere la nostra parte dei fondi che il Ministero metteva a disposizione, per la traduzione delle pagine più significative del sito.

Inizialmente la Segreteria del Ministro ci ha incoraggiato a chiedere senza farci scrupolo. Anzi! Abbiamo domandato di essere sostenuti da alcuni Istituti di Cultura (Barcellona, Bucarest, Londra e Parigi), che con entusiasmo vero hanno accettato di processare la loro parte di "scartoffie" (perché la richiesta doveva provenire da loro, che però all'inizio non ne sapevano nulla). Alcuni hanno dovuto farlo due volte, perché il Ministero non era stato proprio chiarissimo sui dettagli della procedura, o forse non si aspettava...

Insomma, abbiamo intrattenuto delle piacevolissime conversazioni telefoniche con i responsabili delle sedi IIC interessate dal progetto e abbiamo speso qualche euro in valori bollati e francobolli e ci siamo sentiti più volte con la Segreteria del Ministo e profuso innumerevoli ore in attività burocratiche.

Alla fine, niente.

Abbiamo chiesto come mai. Ci hanno riso in faccia. Abbiamo insistito, tanto per capire, per capitalizzare sull'esperienza. Hanno reagito rabbiosamente.

Anche per rubare è richiesto un certo stile.
(Foto © Sarah Moon)
Un paese ignorante elegge dei governi ignoranti. Forse non saremo post-moderni, ma se il governo deve essere per forza ladro - una tesi sostenuta soprattutto dagli elettori della presente compagine - preferiamo il tipo Arsenio Lupin al tipo Totò Riina.

La nostra idea è che Arsenio si preoccupi prima di tutto di promuovere la sua lingua, sostenendone l'importanza a Bruxelles, come socio fondatore, e non facendola cancellare dall'elenco delle lingue ufficiali dell'Unione Europea.

Arsenio cerca di sviluppare l'istruzione in senso interclassista, andando ad attingere dove può per coltivare le menti più fervide e non per favorire i rampolli asini di una classe dirigente deficiente.

Arsenio fa qualcosa per la Ricerca. Ma qualcosa di utile!

Arsenio, se non altro per una questione di orgoglio nazionale, si preoccupa di mantenere gli stanziamenti destinati alla Cultura, a livello dei suoi partner d'oltre Manica e non a quello dei colleghi d'oltr'Alpe. Colleghi, non complici, perché Arsenio, “ladro gentiluomo”, con questa gente qua non ci si metterebbe mai.

Insomma la Redazione di ItaliaLibri ellegge alla totale unanimità Arsenio Lupin Babbo Natale per l'Anno 2005.

Si candida per il 2006 un professore di Bologna che con il cappuccio rosso farebbe un figurone (ma lo aspettiamo al varco), sempre che il Popolo Italiano esprima una scelta, non diciamo un po' più colta, ma più scaltra.

Sembra politica? E' cultura. Fare cultura significa anche preoccuparsi della Cultura. A Natale.

E allora brindiamo!!

Buon Natale e Buon Anno 2006 a tutti! E in gamba col gambero (e col cappone)!

Milano, 22 dicembre 2005
© Copyright 2005 italialibri.net, Milano - Vietata la riproduzione, anche parziale, senza consenso di italialibri.net


Rivista
Dossier
Contributi
Interviste




| (AUTOBIOG)RAFIE | ARTE | CONVENZIONI | EPICA | FANTASCIENZA | FILOSOFIA | FOTOGRAFIA | GIALLI & NOIR | MANUALI | METALETTERATURA | NARRATIVA | POESIA | RAGAZZI | REPORTAGE | ROSA | SAGGISTICA | STORIA | TEATRO | VIAGGI |





Novità in libreria...


IN ALTO
AUTORI - OPERE - INTERVISTE - DOSSIER - RIVISTA - POSTA - UFFICIO STAMPA


http://www.italialibri.net - email: - Ultima revisione Ven, 23 dic 2005

Autori | Opere | Interviste | Rivista | Dossier | Contributi | Pubblicità | Legale-©-Privacy