ITALIALIBRI - RIVISTA MENSILE ONLINE DI LIBRI ITALIANI, BIOGRAFIE DI AUTORI E RECENSIONI DI OPERE LETTERARIE

OPERE A-Z

A
*

A ciascuno il suo, Leonardo Sciascia

A futura memoria, Leonardo Sciascia

A quale tribù appartieni?, Alberto Moravia

Acque e terre, Salvatore Quasimodo

Agostino, Alberto Moravia

alba di un mondo nuovo (L'), Alberto Asor Rosa



albero di giuda (L'), Adriano Napoli

Album di fotografie, Anna Maria Fabiano

Alchimie per una donna, Adriana Scarpa,

Alcyone, Gabriele D'Annunzio

Alla cieca, Claudio Magris

Allegria (L') Giuseppe Ungaretti

Allegro fantastico, Enrico Palandri

altra Sardegna (L'), Angelo Mundula

Altra stagione, Daniele Piccini

Altri libertini, Pier Vittorio Tondelli

altro giro di giostra (Un),Tiziano Terzani

amico di Stalin (L'), Nereo Laroni

amore molesto (L'), Elena Ferrante

amore (Un), Dino Buzzati

Amore mio infinito, Aldo Nove

amorosa inchiesta (L'), Raffaele La Capria

Angeli e cani, Chiara Marchelli

anni struggenti (Gli), Alberto Bevilacqua

anno sull'altipiano (Un), Emilio Lussu

anonimo lombardo (L'), Alberto Arbasino

antenati (I nostri), Italo Calvino

A perdifiato, Mauro Covacich

Argo il cieco, ovvero i sogni della memoria, Gesualdo Bufalino

Assandira, Giulio Angioni

avventura dell'unità europea (L'), Valerio Castronovo,


B*

Bagheria, Dacia Maraini

Ballata Levantina, Fausta Cialente

bambini guardano la luna (I), Adriana Scarpa

baracche (Le), Fortunato Seminara

barone rampante (Il), Italo Calvino

Bassa stagione, Gianni D’Elia

Baudolino, Umberto Eco

beati anni del castigo (I), Fleur Jaeggy

bell'Antonio (Il), Vitaliano Brancati

Bisogna avere i coglioni per prenderlo nel culo, Aldo Busi

bosco degli urogalli (Il), Mario Rigoni Stern

Bottega del caffè (La), Carlo Goldoni

bottone di Puskin (Il), Serena Vitale

bufera e altro (La), Eugenio Montale

Buio, Dacia Maraini


«La vita è quello che è, orribile ma sopportabile»

(Piero Chiara, Vedrò Singapore)
*
C
*

calzolaio di Vigevano (Il), Lucio Mastronardi

Candido ovvero Un sogno fatto in Sicilia, Leonardo Sciascia

Canne al vento, Grazia Deledda

Canti, Giacomo Leopardi

Canti di Castelvecchio Giovanni Pascoli

Canti Orfici, Dino Campana

Canzoniere, Francesco Petrarca

Canzuna di vita, di morti, d’amuri, Marco Scalabrino

Càpita, Gina Lagorio

cappello del prete (Il), Emilio De Marchi

carcere (Il), Cesare Pavese

cardillo addolorato (Il), Anna Maria Ortese

carnefice disattento (Il), Corrado Alvaro

carta è stanca (La), Guido Ceronetti

Casa d'altri, Silvio D'Arzo

casa in collina (La), Cesare Pavese

Case, amori, universi, Fosco Maraini

Caro Michele, Natalia Ginzburg

Casta (La), Sergio Rizzo e Gian Antonio Stella

cavaliere inesistente (Il), Italo Calvino

Cenere, Grazia Deledda

Cento lettere a uno sconosciuto, Roberto Calasso

Centuria, Giorgio Manganelli

C’era una volta... Fiabe, Luigi Capuana

chimera (La), Sebastiano Vassalli

cielo è rosso (Il), Giuseppe Berto

cigno (Il), Sebastiano Vassalli

ciociara, (La), Alberto Moravia

Città del Sole (La), Tommaso Campanella

città dei ragazzi, (La), Eraldo Affinati

città invisibili, (Le), Italo Calvino

codice di Perelà (Il), Aldo Palazzeschi

cognizione del dolore, (La), Carlo Emilio Gadda

Colomba, Dacia Maraini

Come Dio comanda, Niccolò Ammaniti

Come prima delle madri, Simona Vinci

Compleanno dell'iguana, Silvia Ballestra

Come un’isola, Paolo Di Paolo

Confessioni di un italiano, Ippolito Nievo

conformista, (Il), Alberto Moravia

congiura de' Pazzi, (La), Angelo Poliziano

Con gli occhi chiusi, Federigo Tozzi,

consiglio d'Egitto, (Il), Leonardo Sciascia

contadino in mezzo al mare (Un), Maurizio Maggiani

contrario di uno (Il), Erri De Luca

Contro l’etica della verità, Gustavo Zagrebelsky

Contro-passato prossimo, Guido Morselli

Conversazione in Sicilia, Elio Vittorini

Convivio Dante Alighieri

coraggio del pettirosso (Il), Maurizio Maggiani

Corruzione al palazzo di giustizia, Ugo Betti

Cortesie per gli ospiti, Ian McEwan

Cortile a Cleopatra, Fausta Cialente

cosa buffa, (La), Giuseppe Berto

coscienza di Zeno, (La), Italo Svevo

Così è (sevi pare), Luigi Pirandello

crimine dell'accademico Sylvestre Bonnard (Il), Anatole France

Cristo si è fermato a Eboli, Carlo Levi

Cronache di poveri amanti, Vasco Pratolini

Cronachette, Leonardo Sciascia

crucifige e la democrazia (Il), Gustavo Zagrebelsky

Cuore, Edmondo De Amicis

Cuore di madre, Roberto Alajmo

Cuore di pietra, Sebastiano Vassalli

Google
Web www.italialibri.net www.italialibri.org

AUTORI A-Z
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

OPERE A-Z
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

SBN & RICERCHE...
Iccu
NOTIZIEITALIALIBRI
Notizie ItaliaLibri
Registrati!
Ricevi gratis i notiziari periodici con le novità librarie e le notizie di italialibri.net.
Gratis!

PROGETTO U.G.O.
Ugo


«Tradiamo senza sosta noi stessi, quando preferiamo gli altri, quando per così dire li rendiamo migliori di quanto in definitiva non siano, ho pensato. Facciamo un torto a noi stessi in maniera ben più ripugnante, perché facciamo un torto a noi in loro favore e contro di noi.»

(Thomas Bernhard, Estinzione)

AUTORI A-Z
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W X Y Z

OPERE A-Z
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W X Y Z

PAROLE NUOVE

La ricomposizione dell'universo poetico pensante
Verso una convergenza tra poesia e filosofia, tra lirismo e speculazione, tra mito e logo
Tiziano Salari propone una ridefinizione dello spazio poetico-letterario mediante l'abbattimento di quelle colonne d’Ercole che limitano e frustrano la navigazione del testo letterario, le classificazioni e le gerarchie che sono fini a se stesse, contro una critica letteraria che, dietro a Benedetto Croce, rinuncia a dialogare col testo per imbalsamarlo con bocciature o promozioni. La scommessa di Salari è di recuperare l’antica origine del linguaggio letterario, che era insieme un linguaggio del pensiero, e viceversa, quello di grandi pensatori che si sono espressi con un linguaggio letterario. (Roberto Caracci)
Le donne, la pagina scritta e il peso delle etichette
Conversazione con Lidia Ravera
Lidia Ravera racconta il percorso che l'ha portata fino a noi, a partire da 'Porci con le ali' fino alla finale del Premio Strega, con uno sguardo in prospettiva a un nuovo romanzo fiume, che sta scrivendo, che toccherà i punti salienti che costituiscono l'esperienza di vita di tutta una generazione di uomini e di donne. (Luca Gabriele)
Il bell'Antonio e la sindrome di Don Giovanni in Sicilia
La ricerca sfrenata dell’apparenza
Ai nostri giorni la ricerca dell’affermazione dell’uomo sulla donna si è fatta – se possibile – ancor più aspra e prepotente che mai, forse per il timore da parte delle donne di perdere quel terreno che tante conquiste femminili hanno da tempo – anche se illusoriamente – guadagnato e da parte degli uomini la paura di averne perso troppo. La storia de "Il bell’Antonio" di Vitaliano Brancati (edita nel 1949) si ripropone attualissima ed emblematica. (Maria Ludovica Moro)

Una forte speranza
La guerra vista da un bambino e la seconda bomba atomica
Human Rights Watch reputa che ci siano attualmente tra 200.000 e 300.000 bambini-soldato, arruolati e in armi in venti paesi in tutto il mondo. Infanzie negate e spesso soggette a orribili violenze, al servizio di bande di ribelli ma spesso anche di forze governative, partecipano a pieno titolo e a tutti gli effetti al combattimento. Vengono mandati avanti per individuare campi minati, compiere missioni suicide, fungere da collegamento come spie, messaggeri o vedette. (Rania El Mansour)
La casa violata
Nella vasta produzione landolfiana, la prova che ha riscosso maggior successo ed è particolarmente apprezzata all’estero
Una dimora gentilizia sul limitare della boscaglia è teatro dell'azione di Racconto d'autunno, di Tommaso Landolfi. All'interno un anziano signore e i suoi cani, a guardia di un segreto. Un ritratto sul muro suggerisce la presenza di una enigmatica figura femminile, di cui, nell'oscurità della notte si percepisce il profumo e il respiro. Uno spirito affascinante e terribile che riporta il lettore ai turbamenti dell'infanzia (Redazione Virtuale)
Burchiello
Il suo lavoro letterario è il coronamento della tradizione comico-realistica
La poesia del Burchiello, artista geniale della tradizione comico-realistica, che visse alternando l'attività di poeta a quella non meno nobile di barbiere, che svolse a prevalentemente a Siena, è caratterizzata da un particolarissimo sperimentalismo, che muove dalla carica espressionista ed antiaccademica. Originale e sfrontato, in grado di portare avanti una vera e propria radicale rivoluzione nel campo della rimeria giocosa, è paragonato ai tre maggiori artisti del suo tempo. (Viviana Ciotoli)


ALTROVE






Pubblica annunci su ItaliaLibri
Pubblica annunci Google AdWords su ItaliaLibri
http://www.italialibri.net - email: - Ultima revisione Mer, 15 mag 2008