A FUTURA MEMORIA E' LA RACCOLTA DEGLI ARTICOLI CHE LEONARDO SCIASCIA SCRISSE DAL 1979 AL 1988

ITALIALIBRI - RIVISTA MENSILE ONLINE DI LIBRI ITALIANI, BIOGRAFIE DI AUTORI E RECENSIONI DI OPERE LETTERARIE


A futura memoria (se la memoria ha un futuro) (1989)



Leonardo Sciascia, A futura memoria (se la memoria ha un futuro) (1989)
Bompiani, 2000, 3 ed.
Tascabili. Saggi, pp. 188
Euro 7,00

uesto libro raccoglie quel che negli ultimi dieci anni io ho scritto su certi delitti, certa amministrazione della giustizia e sulla mafia. Spero venga letto con serenità», scrive Leonardo Sciascia nell’introduzione alla prima edizione (1989) di A futura memoria, raccolta di suoi articoli apparsi dal 1979 al 1988 su «Il Globo», «L’Espresso» e, principalmente, sul «Corriere della Sera».

Lo scrittore siciliano, con una lucidità quasi profetica, è stato tra i primi a denunciare il fenomeno mafioso, non solo come fatto eversivo dell’ordine costituito, bensì come sistema parallelo e simmetrico rispetto allo Stato.

Questi interventi sulla stampa nazionale rimangono una testimonianza indelebile del grande contributo dato da Leonardo Sciascia al diffondersi in tutto il Paese di quella coscienza che ha spinto lo Stato italiano a una lotta frontale contro tutte le organizzazioni mafiose.

Questo suo impegno civile, d’altra parte, non gli ha impedito di condannare ogni forma di conformismo, come nella polemica sui «professionisti dell’Antimafia»; come pure un «certo uso della giustizia» che ha rischiato in Italia di «sostituire al simbolo della bilancia quello delle manette».

Forse, addirittura, scandalose suonerebbero oggi alcune riflessioni di Sciascia sulla giustizia. «Soprattutto mi inquietava», scrive a proposito dei Palazzi di Giustizia siciliani, «il comportamento del Consiglio Superiore della Magistratura che deroga al principio dell’anzianità per promuovere Paolo Borsellino, ma ristabilisce il vecchio criterio per non promuovere Giovanni Falcone».

«I lettori, comunque, prendano atto che nulla vale di più in Sicilia, per far carriera nella magistratura, dal prender parte a processi di mafia» (I professionisti dell'antimafia).

Si tratta, in conclusione, di un’opera scomoda, eppure indispensabile per conoscere e comprendere, dentro le pieghe più nascoste, la nostra storia più recente.

Un’opera profetica e fedele alla lezione di Bernanos: «Preferisco perdere dei lettori, piuttosto che ingannarli».

A cura della Redazione Virtuale

Milano, 5 novembre 2003
© Copyright 2003 italialibri.net, Milano - Vietata la riproduzione, anche parziale, senza consenso di italialibri.net





Novità in libreria...


Per consultare i più recenti commenti inviati dai lettori
o inviarne di nuovi sulla figura e sull'opera di
Leonardo Sciascia

|
|
|
|
|
|
|
I quesiti
dei lettori




I commenti dei lettori


I nuovi commenti dei lettori vengono ora visualizzati in una nuova pagina!!



http://www.italialibri.net - email: - Ultima revisione Lun, 10 lug 2006

Autori | Opere | Narrativa | Poesia | Saggi | Arte | Interviste | Rivista | Dossier | Contributi | Pubblicità | Legale-©-Privacy