LA FORZA DELLA RAGIONE, UN LIBRO CONTROVERSO, CHE PORTA L' ACCORATO APPELLO DI ORIANA FALLACI ALL'OCCIDENTE

ITALIALIBRI - RIVISTA MENSILE ONLINE DI LIBRI ITALIANI, BIOGRAFIE DI AUTORI E RECENSIONI DI OPERE LETTERARIE


La forza della Ragione (2004)



Oriana Fallaci, La forza della Ragione
Rizzoli, 2004,
pp. 279, Euro 15,00

«Stavolta non mi appello alla rabbia, all’orgoglio, alla passione. Mi appello alla Ragione. E insieme a Mastro Cecco che di nuovo sale sul rogo acceso dall’irragionevolezza ti dico: bisogna ritrovare la Forza della Ragione»

on queste parole la Fallaci esprime la sua volontà di aggrapparsi alla Ragione, per dar voce al suo pensiero in un momento obiettivamente difficile per il mondo occidentale (il libro, infatti, è andato in stampa esattamente ventiquattro ore dopo la strage di Madrid dell’11 marzo 2004). Oriana Fallaci parla “a viso aperto” con il lettore e si rivolge a lui in modo diretto, cercando di coinvolgerlo nei suoi ragionamenti e di condurlo a usare la Ragione per comprendere il Male di questo secolo.

La forza della Ragione
è un libro pregno di ricordi, di avvenimenti realmente accaduti, di fatti a cui l’autrice stessa è legata in prima in persona e naturalmente di opinioni molto personali: ci parla di come, in tutti gli anni passati in giro per il mondo occupata in altre attività, non si sia mai resa conto di quanto la minaccia dell’Islam fosse una realtà che stava affondando sempre di più le radici nella società occidentale, una società disponibile ad accettare tutte le diversità, in modo irragionevole e senza filtri.

Oriana Fallaci sostiene che il terrorismo non è l’unico aspetto della strategia araba di conquista, ma solo il più eclatante e il più roboante: in realtà il loro obiettivo è quello di “distruggere” gli occidentali dall’interno, insinuandosi nella nostra cultura.

L’autrice racconta di essere rimasta molto turbata quando sentì l’intervista di Aisha Farina:

«Io mi chiamo Aisha Farina e mi sono convertita all’Islam otto anni e mezzo fa, dopo aver studiato arabo all’Ateneo di Milano. Io sono di Milano. La mia famiglia d’origine vive a Milano… Un giorno Roma verrà aperta all’Islam, e in parte del resto s’è già aperta. Perché noi mussulmani siamo tanti. Migliaia di migliaia, tanti. Ma non dovete spaventarvi. Questo non significa che noi vogliamo conquistarvi con gli eserciti, con le armi. Può darsi che tutti gli italiani finiscano col convertirsi e comunque vi conquisteremo pacificamente. Perché ad ogni generazione noi raddoppiamo o di più. Voi invece vi dimezzate. Siete in crescita zero».

È di fronte a questa prospettiva che la Fallaci tenta di mettere i suoi lettori, utilizzando la Ragione e i fatti piuttosto che la passione e la rabbia.

Perché gli arabi ci stanno “colonizzando” dal punto di vista culturale, costringendo noi europei a modificare le nostre leggi a loro vantaggio e secondo le loro esigenze: siamo noi che ci stiamo spersonalizzando a poco a poco e, alle volte, senza neppure rendercene conto.

L’Europa in questo modo diventa ogni giorno che passa sempre più Eurabia, ossia un miscellanea tra Europa e Arabia, dove la cultura dominante sta diventando quella islamica e non quella occidentale.

E tutto questo a cosa è dovuto?

Secondo la Fallaci le colpe vanno ricercate nel declino dell’intelligenza:

«C’è il declino dell’intelligenza. Quella individuale e quella collettiva. Quella inconscia che guida l’istinto di sopravvivenza e quella conscia che guida la facoltà di capire, apprendere, giudicare, e quindi distinguere il Bene dal Male… Il declino dell’intelligenza è il declino della Ragione. E tutto ciò che accade oggi in Europa, in Eurabia, ma soprattutto in Italia è declino della Ragione… Per non assuefarsi, non rassegnarsi, non arrendersi ci vuole passione. Ma qui non si tratta di vivere e basta. Qui si tratta di sopravvivere. E per sopravvivere ci vuole la Ragione. Il raziocinio, il buonsenso, la Ragione…»

A cura della Redazione Virtuale

Milano, 29 aprile 2004
© Copyright 2003 italialibri.net, Milano - Vietata la riproduzione, anche parziale, senza consenso di italialibri.net





Novità in libreria...


AUTORI A-Z
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z

OPERE A-Z
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z



Per consultare i più recenti commenti inviati dai lettori
o inviarne di nuovi sulla figura e sull'opera di
Oriana Fallaci

|
|
|
|
|
|
|
I quesiti
dei lettori




I commenti dei lettori


I nuovi commenti dei lettori vengono ora visualizzati in una nuova pagina!!

Fabrizio, Vicenza, 8/11/'04

Ho letto questo libro dopo aver letto "Insciallah" e "Niente e così sia". Non conoscevo la storia di Oriana Fallaci e non conoscevo dunque le sue convinzioni politiche, di fede ecc. Ho letto con grande attenzione e cercando di essere il più imparziale possibile, e devo dire che la preoccupazione per un qualche cosa che già da solo avevo avvertito, ma che non ero riuscito ad identificare, anche a causa delle continue dichiarazioni e manifestazioni dei nostri pacifisti a senso unico, è cresciuta mano a mano che i precisi riferimenti ad espisodi storici, e alle scelte dei nostri governanti nazionali ed ultra nazionali, venivano richiamati nel volume. Non sono contrario alla convivenza di popoli e culture diverse, ma non accetto e non accetterò mai di rinunciare alla mia identità italiana, europea e cristiana. Tantomeno a casa mia! E prima di accettare le richieste di riconoscimento di diritti e spazi per chi viene da fuori, vorrei vedere applicato lo stesso tipo riconoscimento (libertà di culto, di espressione, parità di diritti uomo/donna, ecc.) nei loro Paesi da parte dei loro governi. Spero che in molti leggano questo libro e riflettano attentamente su questo tema, che ritengo assolutamente di primaria importanza per il nostro futuro.


Sonia Serravalli, Bologna, 19/10/'04

Su ORIANA FALLACI INTERVISTA ORIANA FALLACI: sono solo dispiaciuta dal prendere atto della quantità di rabbia contenuta dalle Sue parole. Da qualunque parte stia, la rabbia non è mai stata né mai sarà la risolutrice della storia né di alcuna contesa... E visti i giusti riferimenti a chi davanti a Hitler si è calato le brache al tempo del Patto di Monaco, non vedo proprio perché dovremmo leggerli solo in una chiave e non nell'altra... quando il rischio è lo stesso, se di questo si parla. Lo dico senza rabbie, solo con il solito senso di preoccupazione e amarezza verso le porte chiuse, qualsiasi esse siano... Con affetto e vicinanza, Sonia


Samuele Levi, 9/10/'04

Mi sembra di essere tornato bambino, quando i carri nazisti passavano per le vie del borgo e rastrellavano i nostri familiari, mentre pregavamo che nessuno facesse la spia. Lei, cara Fallaci, è troppo giovane. Altrimenti l'avrei mandata a Norimberga.


Emanuele Campanile, Syracuse (New York - U.S.A.), 1/10/'04

Con la "Forza della Ragione" Oriana Fallaci suona l'allarme sui pericoli che il cosidetto "pluriculturismo" presenta nella passiva accettazione e sottomissione alle invadenti domande dell'islamismo europeo. L'Eurabia e' una realta' incontrovertibile ormai, fondata sui petrodollars e gli intrallazzi dei vari governi occidentali. Il libro della Fallaci, ben documentato, disturba profondamente dopo la prima e, ancor piu', la seconda lettura, perche' ci costringe ad assistere impotenti allo sgretolamento della cultura e civilta' occidentale a causa di governi inermi e compiacenti. Il cavallo di Troia e' dentro le mura, l'Europa brucia e, come Cassandra, la Fallaci vaticinia invano. Chi salvera' l'Occidente dalla "pacifica" invasione mussulmana?

Dear, Dear Oriana: I am profoundly grateful to you for having the guts of writing "The Rage and the Pride" and now "La forza della ragione". When will it be translated into English? I think you should go on tours in the United States. or TV interviews, and sound the alarm in this country also. I wish you all the best of health and strength and pray God to keep you safe. (I know you are a professed "atea cristiana" but God still loves you for God is Amore) Emanuel Campanile, MD


Marco Toniolo, Vicenza, 27/09/'04

Ho letto questo libro spogliandomi di tutti gli ideali "preconfezionati" diuffusi ultimamente (ideali di pacifismo, tolleranza, ecc..) e ho seguito il consiglio della Fallaci:ho cercato di ragionare con la mia testa!! Devo dire che questo libro ha cambiato un pò la mia ottica di visione. Mi piacerebbe che lo leggessero tutti e che riflettessero veramente su quello che c'è scritto su questo libro senza aver paura di passare come intolleranti o razzisti...qui è il momento di usare solo la forza della ragione!!!


Corrado Monti, Milano, 16/09/'04

Cara Oriana, da anni leggo i Suoi libri. Ricordo di avere iniziato a leggerLa per la prima volta di malavoglia (Un Uomo); essendo un maschilista che considerava i libri scritti da una donna lagnosi e prolissi (in particolare quel libro), faticai ad inoltrarmi nelle prime pagine, poi ad un tratto mi accorsi di non potermi più staccare dalla lettura.Da allora li ho letti tutti, libri intelligenti con quell'esposizione chiara e pragmatica che è propria di chi ha il coraggio della verità, di quella verità che la maggior parte di noi pensa, ma non osa dire per timore di uscire dal coro degli imbecilli, e così diveniamo imbecilli pure noi! Grazie per quello che ha sempre detto e dice senza paura. Corrado Monti Milano


Raffaella Corbani, Castelnuovo Magra (La Spezia), 15/09/'04

Leggere questo libro è stato come leggere dentro di me. Ho ritrovato le mie idee, le mie paure, il mio sgomento, la mia incredulità ma anche e soprattutto il desiderio di oppormi a questa rassegnazione generale. Non è l'Eurabia che voglio per mia figlia, ma un'Italia sana e che conservi la sua identità culturale e le sue tradizioni. Grazie Oriana!!


Erica, Udine, 27/08/'04

Leggere questo libro fantastico mi ha fatto capire davvero moltissime cose, non smetterò mai di ringraziare Oriana Fallaci per questo libro che, nonostante tutto, ha avuto il coraggio di scrivere...Mi rimane solo una domenda "COME POSSIAMO SALVARE L'OCCIDENTE???


Rino Lanci, Zurigo (Svizzera), 20/08/'04

SONO CONPLETAMENTE DELLA TUA IDEA FINALMENTE UNA CHE A IL CORAGGIO DI DIRE QUELLO CHE VERAMENTE STA SUCCEDENDO IN TUTTA EUROPA.IO O VISUTO PER LAVORO IN QUEI PAESI E DEVO DIRE CHE NON ESISTE RELIGIONE PIU AGRESSIVA E INTOLLERANTE COME LA LORO .CONTINUA CHE NON SEI SOLA.


Alberto Castello, Varese, 7/08/'04

Oriana Fallaci con questo libro < La Forza della Ragione> mi ha sconvolto, è come se avesse riordinato tutti i pensieri che giravano nella mia testa! Sono profondamente, visceralmente, totalmente allineato alla sua visione della società; non credevo di trovare una persona che potesse scrivere così...bene...sinceramente...sono esterefatto! Sicuramente leggerò tutti i suoi libri....è stata una scoperta! Se potessi gli porgerei tutti i miei omaggi! Gianluca

Mi associo a Gianluca in tutto e pertutto. Alberto da Varese


Giulia, Torino, 19/07/'04

Oriana, non so se ringraziarti...leggere il tuo libro mi ha dato uno scossone, è stato come ricevere un pugno in pieno stomaco..ahimè... è un libro che si fa leggere con un piacere avido, ma bieco, perché sa tormentarti nell'animo. Sono convinta che tu abbia messo su carta il pensiero di tanti nostri concittadini e governanti, anche di quelli che lo nascondono dietro un comodo buonismo di facciata. Quanti possono dire con onestà che gioiscono nel vedere interi quartieri delle nostre più belle città irriconoscibili, imbastarditi, insozzati, le nostre scuole asservite ai loro riti, al loro credo... Quello che ti chiedo è di continuare a scrivere con questa tua lucidità, razionalità... rabbia. La tua rabbia mettila sui quotidiani, urlala ancora di più!!Abbiamo un gran bisogno di cervelli come il tuo per ritrovare la Ragione.


Ernesto de Feo, Pistoia, 14/07/'04

In forza di quale ragione si predica la più totale avversione per chi non è come noi. In forza di quale religione(certamente non la cristiana) si dice che non sono come noi- cioè essere umani- e che dobbiamo fare come loro.Se facessimo così diventeremmo come loro e perderemmo la nostra identità di cristiani e occidentale figli della humanitas, della pietas e della ragione.Dobbiamo difenderci ma non con le armi della guerra, del settarismo, dei muri ideologici e non, delle crociate.Questo è un libro per fondamentalisti senza Cristo e senza umanità.


Fabio, Vicenza, 4/07/'04

Grazie alla scrittrice di questo libro. Non si può negare una cosa così evidente: stiamo accogliendo a braccia aperte i futuri annientatori della nostra razza e cultura.


Gino, Bologna, 24/06/'04

MA CHE COSA HA ORIANA DI COSI'VISCERALE??? CHE COSA GLI E' PRESO??? DOVE SONO ANDATI A FINIRE I POVERI EROI DI QUI CI RACCONTAVA NEI CAPOLAVORI DI NIENTE E COSI' SIA,INSCALLAH,INTERVISTA CON LA STORIA,??? TROVO SOLO UN GRANDE RANCORE INGIUSTIFICATO E TANTA RABBIA. E' UN PECCATO CHE DI UNA GRANDE SCRITTRICE RIMANGA SOLO UN ISTERICA CATTIVERIA. LEI CHE CI HA INSEGNATO (A NOI LETTORI) DI COMPRENDERE ANALIZZANDO E NON ODIARE PERCHE SONO DIVERSI. DACCORDO SI PUO' CAMBIARE IDEA,MA A 360 GRADI MI SEMBRA DAVVERO TANTO.


Claudia, 19/06/'04

Only Thanks


Dario (vvmsoftware@tiscali.it), Verona, 4/06/'04

Grazie Oriana, sei un barlume di luce nel buio in cui stiamo vivendo. Spero che un giorno tu sia sia ricordata come colei che con le sue battaglie ha contribuito a risvegliare la nostra società dal sonno della Ragione. Altrimenti...poveri noi!!


Gian Paolo Gastaldi (026455154@iol.it), Milano, 2/06/'04

Ringrazio per la chiarezza, la documentazione storica, la spinta ideale: ho trovato nutrimento alla mia fede (di credente cristiano). Un cordiale saluto. don Gian Paolo Gastaldi


Sili Giova, Firenze, 15/05/'04

Questo libro è impressionante. Non avrei mai creduto che certe cose al limite del ridicolo potessero realmente succedere. A scuola noi poveri studenti italiani veniamo attaccati di non far integrare i nostri "fratelli musulmani", quando i primi a rifiutarci sono proprio loro, è il primo Allah a dire che ci devono calpestare. E noi che li paghiamo anche i libri.....


Matt Rosenblatt (mattrosenblatt@juno.com), Aberdeen (Maryland - USA), 11/05/'04

Oriana Fallaci is correct to appeal to Reason to make us recognize the problem. But the solution lies not in Reason, but in Faith. R. Nathan Lopes Cardozo tells us that "faith is more than reason. . . Reason can disclose eternal Truths, including the opacity of reason. Its main function is to recognize that there is an infinity of things which surpasses it (Pascal). And just like power corrupts, so reason is able to corrupt,. . ." Worship of Reason has led the West to the meaninglessness of Secular Feminism, which must fall before the faith of a girl like Aisha Farina. Europe: return to Faith, and live!


Riccardo Galletti (rickydj81@hotmail.com), Sassari, 11/05/'04

Oggi ho terminato di leggere il Suo ultimo libro e tutto ciò che lei scrive è la Verità!! Verità allo stato puro. Io sono un giovane ragazzo di 22 anni e sicuramente neanche tanto intelligente. Ma sono onesto e tanto. Ed è per questo che la mia ricerca verso la verità andrà avanti in modo sempre più costante. Di tutto il bene che lei fa scrivendo, anzi componendo le Sue grandi opere, spero che un giorno, magari il prima possibile, non solo italiani ma tutto il mondo Le possa essere grato. Le voglio bene. Il Suo ultimo libro è non solo un testo politico, ma una storia d'amore, xké le sue vere radici stanno in fondo al suo cuore. Un cuore forte e profondo che ci protegge dal pericolo al quale siamo già tanto vicini. Il cuore di una italiana. Facendole i miei migliori omaggi e complimenti le auguro tanta salute e tutto l'amore di qst mondo. Continuerò a far leggere il Suo libro a qnti + posso. E se posso xmettermi di concludere con una innocua affermazione le dico che se avessi avuto qualche anno in + le avrei fatto anche la corte!! Mi saluti l'America! Riccardo


Dimitri Caon, 11/05/'04

Grazie per il suo libro ma soprattutto per il suo coraggio. Sono sicuro che troveremo la forza di reagire, di difendere le nostre città. Dio esiste, Lei è un suo dono. Grazie di cuore per averci aperto gli occhi. Con affetto e stima Dimitri.


Gianluca Tarpanelli (gianlucatarpanelli@virgilio.it), Bastia Umbra (Perugia), 7/05/'04

Oriana Fallaci con questo libro mi ha sconvolto, è come se avesse riordinato tutti i pensieri che giravano nella mia testa! Sono profondamente, visceralmente, totalmente allineato alla sua visione della società; non credevo di trovare una persona che potesse scrivere così...bene...sinceramente...sono esterefatto! Sicuramente leggerò tutti i suoi libri....è stata una scoperta! Se potessi gli porgerei tutti i miei omaggi! Gianluca




http://www.italialibri.net - email: - Ultima revisione Lun, 24 lug 2006

Autori | Opere | Narrativa | Poesia | Saggi | Arte | Interviste | Rivista | Dossier | Contributi | Pubblicità | Legale-©-Privacy