MALOMBRA, IL PRIMO ROMANZO DI ANTONIO FOGAZZARO, ANTICIPA I TEMI PRINCIPALI DELL'AUTORE TIPICI DEL GENERE DELLA SCAPIGLIATURA

ITALIALIBRI - RIVISTA MENSILE ONLINE DI LIBRI ITALIANI, BIOGRAFIE DI AUTORI E RECENSIONI DI OPERE LETTERARIE


Malombra (1881)


AUTORI A-Z
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z

OPERE A-Z
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z



Antonio Fogazzaro, Malombra (1881)
Newton & Compton, 1996
Biblioteca economica Newton, pp. 288
Euro 3,00

n uno spettrale castello sulle rive di un lago lombardo vive, segregata dallo zio Cesare d’Ormengo, la marchesa Marina di Malombra. Per caso Marina viene in possesso di una lettera scritta da sua nonna Cecilia, anch’ella segregata dal marito, come punizione per essersi innamorata di un giovane ufficiale di nome Renato. Marina finisce per identificarsi con Cecilia e rivive la tragedia della sua morte. In un lento ma progressivo stato di allucinazione, la marchesina comincia a credere di essere la reincarnazione della nonna. In preda alla follia ucciderà lo zio e lo scrittore Corrado Silla, che di lei si era innamorato — credendolo la reincarnazione di Renato.

Il romanzo fu pubblicato nel 1881, dopo Miranda (1874) e la raccolta di poesie Valsolda (1876). Malombra è il primo romanzo di Antonio Fogazzaro e anticipa i temi principali dell’autore: il mistero, il misticismo e la follia, tipici della poetica della Scapigliatura. L’opera, inoltre, rappresenta un originale esempio nella letteratura italiana di romanzo “gotico”.

Anche se Malombra si inserisce nel solco del Verismo, Fogazzaro pone al centro della sua osservazione l’animo umano. In particolare l’incessante contrasto tra sensualità e sentimento religioso provoca nei protagonisti un profondo e continuo turbamento, che l’aspirazione artistica, come strumento di elevazione morale e spirituale, non riesce a ordinare. Alla fine, dunque, prevale il canone romantico, nella esasperazione soggettivistica, che avvicina l’opera di Fogazzaro al Decadentismo.

Il protagonista di Malombra è infatti solo ed esclusivamente l’animo della marchesa nel suo irrimediabile viaggio verso la follia. Lo stesso ambiente sociale e lo scatenarsi delle forze naturali accompagnano questo delirio, offrendone lo sfondo più aderente.

A cura della Redazione Virtuale

Milano, 5 novembre 2003
© Copyright 2003 italialibri.net, Milano - Vietata la riproduzione, anche parziale, senza consenso di italialibri.net





Novità in libreria...




Per consultare i più recenti commenti inviati dai lettori
o inviarne di nuovi sulla figura e sull'opera di
Antonio Fogazzaro

|
|
|
|
|
|
|
I quesiti
dei lettori




I commenti dei lettori


I nuovi commenti dei lettori vengono ora visualizzati in una nuova pagina!!



http://www.italialibri.net - email: - Ultima revisione Ven, 6 ott 2006

Autori | Opere | Narrativa | Poesia | Saggi | Arte | Interviste | Rivista | Dossier | Contributi | Pubblicità | Legale-©-Privacy