LA NUVOLA DI SMOG, DI ITALO CALVINO, L'INDIFFERENZA DELL'UOMO TRA IL INDAGATA ATTRAVERSO UNO STILE SOSPESO TRA IL VERISMO E IL FANTASTICO

ITALIALIBRI - RIVISTA MENSILE ONLINE DI LIBRI ITALIANI, BIOGRAFIE DI AUTORI E RECENSIONI DI OPERE LETTERARIE


La nuvola di smog (1958)


AUTORI A-Z
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z

OPERE A-Z
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z



Italo Calvino, La nuvola di smog - La formica argentina
Mondadori, 1995
Oscar opere di Italo Calvino
Euro 7,40

opera di Italo Calvino porta un timbro particolare nell’ambiente della letteratura italiana contemporanea per l'intreccio molto ispirato del Verismo con il fantastico. Il romanzo che lo consacrò come grande scrittore fu Il sentiero dei nidi di ragno. Protagonista di questo romanzo è l’adolescente Pino che vede il mondo con gli occhi della sua gioventù costretta al sacrificio di se stessa, costretta a trasformarsi troppo presto in maturità.

La prosa di Calvino presenta spesso un "Pino" che erra alla ricerca dell’innocenza, della bellezza, dei giusti valori della vita, come nel caso del personaggio principale nel racconto La nuvola di smog.

L’eroe di questa novella è un giornalista che, schiacciato da un’esistenza qualsiasi, parte alla volta di una grande metropoli alla ricerca di un destino che lo faccia sentire vivo. La metropoli rappresenta l’offensiva della polvere soffocante — la nuvola di smog — che comprime in modo ossessivo la personalità dell'uomo, conducendola alla miseria e al degrado. L'unica speranza — smentita dai fatti — che emerge è quella di un futuro vissuto in spazi verdi, sani e puliti.

Arrivato nella grande città, egli affitta una stanza nella pensione tenuta da una certa signorina Margariti, un’anziana sorda e ridotta a un’esistenza monotona, chiusa tra le mura della propria abitazione. Il giornalista viene assunto come redattore in un'importante testata dal nome simbolico: «La Purificazione». Questo giornale, di proprietà dell’ingegnere-imprenditore Cordà, è l’organo di un'intera società, ma di una società ammalata. Il direttore infatti è anche presidente dell’impresa che, più di tutte, inquina la città... Il direttore responsabile del giornale è Avandero, un maniaco della pulizia, a tal punto che nel suo ufficio non si trova mai nulla.

L’atmosfera è dunque letteralmente e figurativamente inquinata: ovunque la nuvola di smog fa sentire la sua presenza pesante. Gli abitanti si adattano perfettamente al paesaggio assurdo, ripetitivo, burbero; e il giornalista, giuntovi per trovare la vita, il palpabile, trova invece un’esistenza divisa tra la redazione, la birreria Urbano Ratazzi — altro nome significativo (Presidente del Consiglio nel 1862 e nel 1867, gestì i rapporti del Regno Sabaudo con Garibaldi, NsR) — e la sua stanza. Niente di più.

Ogni tanto egli riceve le telefonate della sua fidanzata, la quale abita in un’altra città. Claudia è una donna bella e di successo, ma solo agli occhi degli altri, poiché lui ha cessato di vederla così, la percepisce ora velata da una... nuvola di smog. La visita che lei gli fa è un pretesto per discutere della bellezza dei tempi passati, della morale, che appartiene anch’essa al passato. La coppia si trova in un delizioso ristorante e osserva un acquario pieno di pesci che trasmette loro allegria, ma anche questo momento di gioia viene interrotto in modo brutale da una famiglia, visibilmente ricca, che indica col dito il pesce che desidera mangiare come secondo. Un ritorno brusco e doloroso al prosaico, alla nuvola di smog che governa non solo la vita della gente, ma anche l'anima, i cervelli. «Tutto è solo crudeltà» è la conclusione di questi due giovani che credevano che la bellezza nascesse da un contatto tra diverse civiltà. Ma quale contatto può esserci se le civiltà sono ugualmente una peggiore dell’altra?

L’editore del giornale possiede varie imprese sparse in tutto il mondo, ma la presidenza — semplicemente onorifica — dell’ E.P.A.U.C.I. (Ente per la Purificazione dell’Atmosfera Urbana dei Centri Industriali) è quella che lo gratifica di più, perché, secondo lui, rappresenta una battaglia per un fine ideale. Grottesco il fatto che proprio la sua impresa sia la piu grande generatrice di smog dell'intera città!, ma «I santi non cambierebbero il loro modo di vivere se sapessero che il Paradiso non esiste?»

Il giornalista fa la conoscenza di un giovane operaio, Omar Basaluzzi, il quale, resosi conto dell'impalpabile pericolo incombente sulla città, organizza dei meeting di protesta contro questa quotidiana condanna a morte. Un giorno egli viene licenziato ed entra a far parte di un sindacato — cioè del circolo vizioso dal quale si sforzava di uscire. Propone allora la costituzione di una nuova società: "saremo uomini prima dentro e poi fuori".

A questo punto — siccome il male ha vita lunga — si manifesta un pericolo ben più grande e più importante: la radioattività. La nuvola di smog, che uccide le belle mattine di primavera, diventa così uno scherzo di fronte all'atmosfera da fine del mondo che pervade la città.

La natura non ha mai prodotto catastrofi così grandi come quelle create dall’indifferenza dell'uomo, la quale gli si ritorce contro nel modo più grave possibile.

Ora la gente si vergogna di discutere sul tempo, come se volesse mettere sotto silenzio una responsabilità personale.

Il finale della novella è un misto tra la speranza — il giornalista va in campagna ad assistere a un’attività che lo rende sereno: il bucato — e l’incubo — il pensiero di un mondo senza possibilità di salvezza, simbolicamente rappresentato dalla ricerca di immagini belle che rimangano indelebili nel ricordo.

Speranza o disastro? Rimane a noi il compito di dirlo e, soprattutto, di agire.

A cura della Redazione Virtuale

Milano, 25 luglio 2003
© Copyright 2003 italialibri.net, Milano - Vietata la riproduzione, anche parziale, senza consenso di italialibri.net





Novità in libreria...




Per consultare i più recenti commenti inviati dai lettori
o inviarne di nuovi sulla figura e sull'opera di
Italo Calvino

|
|
|
|
|
|
|
I quesiti
dei lettori




I commenti dei lettori


I nuovi commenti dei lettori vengono ora visualizzati in una nuova pagina!!




http://www.italialibri.net - email: - Ultima revisione Gio, 2 ago 2007

Autori | Opere | Narrativa | Poesia | Saggi | Arte | Interviste | Rivista | Dossier | Contributi | Pubblicità | Legale-©-Privacy