ITALIALIBRI - RIVISTA MENSILE ONLINE DI LIBRI ITALIANI, BIOGRAFIE DI AUTORI E RECENSIONI DI OPERE LETTERARIE

REDAZIONE VIRTUALE

Enza Sampogna

Dal luglio 2006 su ItaliaLibriNET ha pubblicato:


    BUONANOTTE

    Salve alla penombra della luce dell’abat jour,
    Il nostro letto mi accoglie stanca, svuotata di ogni energia,
    Desidero dormire, ho voglia di pace.
    “Buonanotte amore.” – “Buonanotte…”

    Le tua labbra mute si posano sulle mie
    Parlano un altro linguaggio
    Comunica il gesto, comunica il tuo bacio.
    “E buonanotte ancora, amore.” – “Buonanotte…”

    Le tue labbra sono morbide e calde
    Senza parole cercano ancora le mie
    Dialogano con la mia pelle
    Esprimono un desiderio

    (No, non adesso,
    Voglio solo naufragare nel riposo.
    Ho voglia di pace con te.)
    “Buonanotte amore.” – “Buonanotte…”

    Ma le tue labbra rispondono in modo diverso
    E il mio corpo si dissolve in un vortice di desiderio.
    Vuole parlare l’amore con te:
    Buio, buio e silenzio, solo i nostri corpi.

    Le tue labbra sul mio corpo non mi mettono a disagio
    La loro dolcezza sul mio seno mi contagia
    Un brivido caldo sgorga dal mio grembo.
    Sì, sì, baciami amore.

    E mi lascio andare verso le tue labbra.
    Vagano sempre più in l , sempre più in l
    La tua testa sulle mie gambe e sul mio grembo
    Sempre più vicine alla sorgente del mio desidero…

    Le tue labbra umide sulle mie intimit
    Sono un fiume caldo che scorre fra noi due
    E ci rende un’entit sola.
    Vivo con te in un unico palpito
    Cosa posso fare per tradurlo in parole,
    Tutto finisce per essere inadeguato,
    Tutto tranne il tuo nome.
    Non ho altro da ripetere:
    Il tuo nome, il tuo nome …


    Il mio corpo abbandona ogni residua volont ,
    Vola via verso l’essenza dell’amore
    Si spalanca ad accogliere un rapimento incontenibile.
    (Non fermarti amore, ti prego. Adesso: sì, così…)

    “Buonanotte.” – “Buonanotte.”

    Rimango immobile mentre vado incontro al sonno,
    non posso che restare inerte x affermare l’inesprimibile,
    Per conservare così l’estasi finalmente raggiunta
    Dell’intimit e dell’appagamento più totalizzanti.

(2006-09-15 01:12:54 ––>Leggi tutto)


    IL PRIMO BUONGIORNO

    Sono ancora immersa
    Nel torpore dei pensieri del primo mattino
    Quando colgo la tua presenza:
    Sei lì, alle mie spalle, per darmi il tuo buongiorno.

    Colgo nel tuo lungo bacio
    Un desiderio forte, imperioso
    Che mi stupisce e poi si impossessa di me
    Piano piano, ma sempre più energicamente.

    E una bramosia dolce prima,
    Poi sempre più intensa e impaziente
    Nasce anche dal mio profondo essere.
    “Voglio fondermi con te” – mi dici.

    I tuoi baci che indugiano sul mio corpo
    Sono la più dolce delle torture,
    No, troppo presto adesso
    Ho pudore del mio corpo, temo ciò che provo.

    Desidero tanto abbracciarti davanti alle rondini
    E sentir fremere i tuoi glutei sodi sotto il mio tocco leggero.
    Anch’io vorrei fondermi con te,
    Godere insieme il brivido della nostra pelle a contatto.

    Sento la parte più oscura di te
    Entrare nel cuore della mia intimit ,
    Il mio ventre ti asseconda e ti accoglie
    Le mie gambe agganciano il tuo corpo disteso sotto di me.

    È un’unione forte e insieme meravigliosamente dolce,
    Come se io fossi stata sempre lì ad aspettarti.
    Ho bisogno di accarezzarti con la parte più intima di me
    Di sentire i nostri muscoli contrarsi al mio tocco.

    Il mio ondeggiare è lento sul tuo corpo
    Per godere ogni attimo della nostra vicinanza
    Ma le tue carezze ben presto mi travolgono
    E perdo il controllo del respiro e delle parole.

    E smarrisco la coscienza,
    Una forza estranea, una furia
    Si impossessa del mio essere e lo annulla,
    Agisce a prescindere dalla mia volont .

    L’ultimo mio desiderio
    È di andare sempre più forte
    Sempre più forte e più in fretta
    Sembra una giostra di piacere.

    Non siamo più un tu e un io ma un noi,
    Siamo un unico essere che vive di vita propria.
    L’esplosione del piacere coglie me e te
    Improvvisa, potente, incontrollabile…

    … e mi ritrovo, con i corpi ancora avviluppati,
    In un tenero abbraccio di sguardi,
    A esplorare dolcemente con la punta delle dita
    Il folto bosco delle tue sopracciglia.

    Buongiorno Amore

(2006-09-15 01:11:44 ––>Leggi tutto)


    NOTTE DI LUCE


    Il buio avvolge i nostri corpi assopiti,
    Il silenzio e la pace
    Ci avvolgono nell’intimit ,
    Sto per partire
    Per la mia isola di sogni e di magie.
    La mia fatina è qui,
    Dove dolcezza e armonia regnano.

    Un trillo spezza il mio incantesimo,
    Lega le ali alla mia anima,
    Mette in ceppi la mia mente:
    È la realt che mi chiama
    Con le sue braccia possenti.
    Il mio volo senza ali deve terminare,
    Devo spegnere il mio cuore nell’oblio.

    Ma io voglio vivere di te,
    Nutrirmi e alimentarti
    Col nostro amore
    Fatto di momenti eterni.
    Domani andrò a mietere
    Oasi di ricordi,
    Oggi voglio vivere.

    Legato senza ceppi
    Il mio desiderio si scioglie
    In voli senza ali.
    Canti e sospiri,
    Fiaccole accese
    A illuminare
    Notti silenziose.

    La mia mano ti cerca,
    Il mio corpo ti avvolge
    In un smania di vano possesso.
    Vorrei tenerti solo con me,
    Non dividerti con nessuno al mondo,
    Frenesia di rompere catene di
    Frammenti di giorni non vissuti.

    Voglio possederti:
    Voglio sentire il tuo cuore battere per me,
    Voglio cogliere il grido della tua pelle
    Che reagisce alle mie carezze,
    Voglio appropriarmi di ogni parte del tuo corpo.
    Invocami nell’estasi d’amore
    E io mi unirò a te.

    Il profilo del tuo corpo si staglia nella penombra,
    La tua nudit mi illumina,
    Mi attira, mi coinvolge.
    Voglio stendermi su di te,
    Sperimentare su di te il potere del mio corpo,
    Una coppa di ansie fiammeggianti
    Che tu riversi in algide cascate.

    Le mie mani scorrono su di te,
    Vogliono memorizzare ogni millimetro della tua pelle;
    Le tue natiche sono bianche e morbide,
    Le tue gambe assecondano docili il mio tocco.
    Mi sento addosso tanta energia,
    Il tuo corpo risponde,
    L’occhio del cuore
    Ascolta, tace e balla.

    Ogni sospiro è una vittoria,
    Ogni fremito è un segno di resa
    Al potere divino dell’altro:
    Nulla può separarci, nemmeno la realt .
    Il tuo respiro è sempre più affannoso,
    Il tuo corpo reclama il possesso del mio.
    Tu sei mio e lo sarai per sempre, così.

(2006-09-15 01:10:48 ––>Leggi tutto)


    UN BACIO AL MIELE

    Quando hai cominciato ad accarezzarmi
    Come ho sempre fantasticato
    Al mio risveglio ogni mattina,
    Ho chiesto “cosa vuoi?”
    So che vorresti unirti a me
    Con tutto te stesso,
    L’amore ti guida verso di me.

    Sento il tuo corpo fremere di desiderio
    E penso di impazzire avviluppata nel pigiama,
    Voglio gustare il sapore del miele:
    Il miele sulle tue labbra,
    Il miele su di te e su di me,
    Voglio assaporare ogni centimetro della tua pelle.
    Il mio cuore batte sempre più forte.

    Il profumo del tuo corpo è stato creato x me
    Il sapore delle tue labbra è una droga
    Temo di non poter reggere tanta emozione
    La tua pelle calda sulla mia
    La tua gamba fra le mie, coscia contro coscia
    Siamo distesi fianco a fianco
    Entra dentro di me ti prego.

    Faccio fatica a respirare,
    I tuoi movimenti in me sono lenti e profondi,
    Proprio come li ho agognati.
    Il mio corpo ricambia i tuoi spasimi di piacere
    Vieni, vieni a incontrarmi nell’estasi dell’amore.
    Non riesco più a resistere
    Impossibile separarci, siamo una cosa sola…

    Mi sento svuotata e appagata
    Tu sei stanco e rilassato
    Mi distendo su di te
    E rimango a riposare
    Con la testa sul tuo petto.
    Sono ancora umida e calda del tuo amore.
    Ci sar ancora un bacio al sapore di miele?

(2006-09-15 01:10:01 ––>Leggi tutto)


    UNA CULLA VUOTA

    Una culla vuota
    Il mio ventre ti attende.
    Per accogliere la tua intimit
    E sentirla tutt’uno con la mia,
    Per dondolarmi e fondermi con te
    Nella più dolce delle danze.
    Ti attende perché possa accarezzare
    Il tuo fallo mentre mi penetra,
    Per stringerlo e lasciarlo andare
    Per poi ripetere la presa sempre più in fretta,
    Secondo il tuo ritmo prima lento
    Poi via via più frenetico.
    Ti attende per donarti il suo piacere,
    Per avvolgerlo col suo abbraccio,
    Per sentirlo tutto dentro di sé
    Mentre si spinge fino in fondo,
    Si alza e si abbassa
    Nell’umido tepore delle mie pareti
    Così eretto e forte e bruciante di passione:
    Prima su…e poi giù, e poi ancora…
    Sempre più in fretta
    Fino all’estasi della tensione suprema
    Che ci unisce in un solo lungo sospiro
    E si scioglie con gli ultimi spasimi
    Nella più appagante e dolce
    Delle spossatezze.

(2006-09-15 01:09:02 ––>Leggi tutto)

   1   


Google
Web www.italialibri.net www.italialibri.org

AUTORI A-Z
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

OPERE A-Z
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

SBN & RICERCHE...
Iccu
NOTIZIEITALIALIBRI
Notizie ItaliaLibri
Registrati!
Ricevi gratis i notiziari periodici con le novità librarie e le notizie di italialibri.net.
Gratis!

PROGETTO U.G.O.
Ugo


«E le difficoltà con cui sono talvolta alle prese, nell'esprimermi, non provengono certo dall'inosservanza delle famose regole del bello scrivere, ma da una coscienza che stenta a rimarginare alcune nascoste ferite, forse inguaribili, e che tuttavia, ostinatamente, esige la propria integrità. Poiché per essere veri non basta evidentemente essere sinceri. Non è dunque senza sforzo che, rinunciando alle parabole, mi sono accinto anche a questo racconto.»

(Ignazio Silone, Uscita di sicurezza)

AUTORI A-Z
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W X Y Z

OPERE A-Z
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W X Y Z

PAROLE NUOVE

Il tempio inglese dell'arte italiana
All'avanguardia nella valorizzazione e nella conservazione dell'Arte
Inaugurata nel 1824 a Londra, è stata la prima pinacoteca ad ingresso gratuito. La ristrutturazione post-bellica consentì di ammodernare l’edificio di Trafalgar Square, che ospita un laboratorio permenente di restauro. Oggi la National Gallery vanta una delle più ricche collezioni di pittura europea. (Elena Marocchi)
Il ruolo dell'intellettuale contemporaneo
Intervista con Amos Luzzatto
Che scelte si possono operare quando ci sono forze gigantesche a influenzare la cultura che pervade i nostri sentimenti? Si può ancora parlare di “libero” arbitrio, di salvezza e di emancipazione? Che cosa possiamo conoscere? Che cosa dobbiamo fare? In che cosa possiamo sperare? Tre raccomandazioni di Amos Luzzatto per l'intellettuale contemporaneo impegnato a navigare attraverso le acque agitate di questa società, spazzata dal vento torrido dell'"antipolitica". (Laura Tussi)
L'uno e il molteplice
Osservazioni su Guido Piovene
La personalità di Guido Piovene si muove tra giornalismo, saggistica e narrativa, in un continuo (ri)combinarsi dei generi letterari: il romanzo epistolare permette di dar vita a personaggi che, raccontando gli stessi episodi, mettono in luce particolari differenti; nel racconto a cornice, l’analisi del delitto si unisce alla riflessione morale e filosofica. Filo conduttore il viaggio, che accompagna l'esistenza dell'autore, legato a una terra (il Veneto) per poi spostarsi a Gorizia e perfino in America, nell’analisi di luoghi e fenomeni politici che non possono prescindere dalla suggestione letteraria... (Davide De Maglie)

Il trattamento meccanico-biologico (TMB)
Non un’alternativa alla raccolta differenziata, ma uno degli anelli finali del ciclo dei rifiuti
La combustione dei rifiuti determina un impatto ambientale e sanitario e disincentiva la raccolta differenziata finalizzata al recupero dei materiali contenuti nei rifiuti. La strategia proposta di Greenpeace porta a ridurre in modo drastico la quantità di rifiuti residui, vanificando la costruzione di nuovi impianti d’incenerimento. I rifiuti solidi urbani prodotti da una raccolta differenziata spinta, possono essere trattati esclusivamente attraverso il TMB (trattamento meccanico-biologico), senza alcun ricorso alla combustione. Ciò che rimane, ormai inerte, può quindi essere smaltito in una discarica controllata con un basso rischio di formazione di metano, CO2, percolato e incendi. (Vittoria Polidori)
Libertà perduta
Parole sulle labbra degli ultimi
Le stanze del cielo sono, per Paolo Ruffilli, quelle che frazionano gli spazi già angusti del carcere e della tossicodipendenza, i cui abitatori sono segnati rispettivamente da una propria claustrofobica costrizione fisica e morale, rassegnati tutti alla perdita della libertà (Mirko Servetti)
Sergio Corazzini
Il più rappresentativo dei poeti crepuscolari
Nato a Roma, Sergio Corazzini è precursore del crepuscolarismo di cui frequentava gli esponenti al caffè Sartoris. Influenzato dai simbolisti e dai decadenti europei fa da cerniera tra la poesia sublime e l'elegia alla semplicità del quotidiano, alla nuova poetica novecentesca. Minato da una tubercolosi ereditaria ne fa la propria ispirazione per una poesia intensa e originalissima (Redazione Virtuale)


ALTROVE






Pubblica annunci su ItaliaLibri
Pubblica annunci Google AdWords su ItaliaLibri
http://www.italialibri.net - email: - Ultima revisione Mer, 15 mag 2008