ITALIALIBRI - RIVISTA MENSILE ONLINE DI LIBRI ITALIANI, BIOGRAFIE DI AUTORI E RECENSIONI DI OPERE LETTERARIE

REDAZIONE VIRTUALE

Gian Franco Manetta

Dal luglio 2006 su ItaliaLibriNET ha pubblicato:


    a2
    Ho trovato la tua fotografia di donna in embrione
    invecchiata nel fissaggio
    Le tempie pulsano
    mentre affoco la tua immagine
    e riassaporo l’odore di femmina
    e le labbra arrossate
    e le dita scalpitanti le vene del collo
    e le mani che scivolano per curve dossi
    e fiordo schiumoso
    dove il mio pene approdando scompare
    Ora quelle gambe non mi camminano accanto
    e divergono nel tramonto del letto a due posti
    Supplico una pausa all’edema che in basso mi cresce al pensiero
    di quando m’insidiavi il sonno
    divaricando il tuo mistero di cacciatrice e preda

(2006-09-15 02:07:03 ––>Leggi tutto)


    a1

    Non so cosa accade
    dieci anni dopo
    per giorni intenti a consumare
    lettere spedite via aerea
    e per donne sfilate a perline di teatro
    Un carro spargeva sale per le strade gelate
    ed il sangue mi scavò un buco
    e ricordo appena le mie dita cacciate
    nella presa di corrente che scuote
    il tuo culo dal mio addome
    e la tua fronte che, di tanto in tanto,
    preme contro il muro della cucina.
    C’era febbre nella tua vagina
    Sentivo il mercurio salire
    lungo l’asta del mio cazzo
    Ora il fico adombra il tavolo da giardino
    ma allora copriva a stento
    il tuo pube arrossato

(2006-09-15 02:00:41 ––>Leggi tutto)


    a11

    Lungo la linea eroica
    che separa le sabbie asciutte
    dalla sabbia bagnata
    aspetto il tuo fantasma scolorito
    dal sale del mio sesso
    Giungerai dal largo con un vestito
    a rombi e quadri
    e non approderai sullo scoglio
    dove Venere mi rubò gli occhi
    E m’innamorerai
    dei tuoi tentacoli intenti a succhiare mandaranci
    ed avrai la bocca accesa
    mentre godrò di questo corpo che affonda
    e cattura gli occhi
    di noi amanti
    socchiusi ad un raggio di piacere
    Ed io sarò meno mortale
    guardando lo sperma
    che riempie la fossetta
    del tuo ombelico.

(2006-09-15 02:00:41 ––>Leggi tutto)


    a14

    … ma sussulta ancora il timer
    che mi porto appresso
    se tu scomponi lenzuola appena lavate
    dagli umori che stanotte tentavano di sfiancarmi
    Ricordi il primo sguardo
    Fu come una vagina che si apre
    e mi prende gli occhi
    e la bocca non tace
    e maledice la luna
    e dice, dice, dice!
    Immaginai un treno che solcava e strideva
    ogni volta che il piacere ti serrava l’uscio
    Ricordi il primo sguardo
    Si confuse con il giallo di un semaforo nervoso
    e con le mie mani
    che frugavano dentro la tua scollatura.


(2006-09-15 02:00:41 ––>Leggi tutto)

   1   


Google
Web www.italialibri.net www.italialibri.org

AUTORI A-Z
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

OPERE A-Z
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

SBN & RICERCHE...
Iccu
NOTIZIEITALIALIBRI
Notizie ItaliaLibri
Registrati!
Ricevi gratis i notiziari periodici con le novità librarie e le notizie di italialibri.net.
Gratis!

PROGETTO U.G.O.
Ugo


«Di democrazia, in quel caso, si può parlare ma a condizione che si precisi: democrazia nella pessima delle sue versioni degenerative, il regime della folla informe ed emotiva, della plebe inconsapevole e irresponsabile.»

(Gustavo Zagrebelsky, Il crucifige e la democrazia)

AUTORI A-Z
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W X Y Z

OPERE A-Z
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W X Y Z

PAROLE NUOVE

La Galleria degli Uffizi
Il fiore dell'arte del Rinascimento
La Galleria degli Uffizi ospita una delle maggiori raccolte d’arte del mondo: il Rinascimento di Masaccio, Leonardo, Raffaello, Michelangelo, e Botticelli, Perugino, Pollaiolo, Tiziano. Il Rinascimento nel Rinascimento. Basta affacciarsi alle sue grandiose finestre per ammirare Palazzo Pitti, la cupola di Santa Maria del Fiore, Forte Belvedere. (Elena Marocchi)
Il ruolo dell'intellettuale contemporaneo
Intervista con Amos Luzzatto
Che scelte si possono operare quando ci sono forze gigantesche a influenzare la cultura che pervade i nostri sentimenti? Si può ancora parlare di “libero” arbitrio, di salvezza e di emancipazione? Che cosa possiamo conoscere? Che cosa dobbiamo fare? In che cosa possiamo sperare? Tre raccomandazioni di Amos Luzzatto per l'intellettuale contemporaneo impegnato a navigare attraverso le acque agitate di questa società, spazzata dal vento torrido dell'"antipolitica". (Laura Tussi)
Dinanzi alle Terme di Caracalla
Tratta dalle “Odi Barbare”, s’ispira alla rievocazione commossa del paesaggio storico
La voce più intima di Giosuè Carducci, già individuata nel senso doloroso, seppur virile, della morte del tutto, nella stagione della estrema maturità, scarta ancora i limiti angusti della cronaca e della storia, per scendere nella profondità dell’io per indagare le ragioni ultime dell’essere. Questa ricerca è sottintesa dalla sicura consapevolezza di una «poetica della malinconia» e dall’acquisto di un nuovo senso creativo della «immagine» e della «parola», in una misura in cui coincidono prodigiosamente poetica e poesia. (Reno Bromuro)

Amante disperata
Breve racconto allegorico
Una lettera di sfogo ad un uomo dal cuore indurito dall'egoismo, un uomo cui quest'Amante aveva dedicato tutta sè stessa... tutte le sue energie... (Carla Montuschi)
Alla ricerca del romanzo perduto
Attraverso la terza dimensione del viaggiare
Viaggiare e leggere, si intrecciano in senso tridimensionale. La terza dimensione è quella esplorata da Paolo Di Paolo. Se siete stanchi di iniziare libri che non riuscite a terminare, la lettura di Ogni viaggio è un romanzo riporterà il sorriso sulle vostre labbra. (Redazione Virtuale)
Un testimone del Novecento
Tra rigore morale e impegno intellettuale
Emilio Lussu fu un eminente testimone del Novecento italiano. Attraverso appassionate descrizioni della vita in trincea e, successivamente, dell'esperienza dell'opposizione al regime fascista e all'impegno socio-politico a favore della rinascita della sua terra, spesso a rischio della propria incolumità fisica, ha rappresentato con coscienza gran parte del Novecento italiano. (Ademario Lo Brano)


ALTROVE






Pubblica annunci su ItaliaLibri
Pubblica annunci Google AdWords su ItaliaLibri
http://www.italialibri.net - email: - Ultima revisione Mer, 15 mag 2008