ITALIALIBRI - RIVISTA MENSILE ONLINE DI LIBRI ITALIANI, BIOGRAFIE DI AUTORI E RECENSIONI DI OPERE LETTERARIE

REDAZIONE VIRTUALE

M. Franca Tronci

Dal luglio 2006 su ItaliaLibriNET ha pubblicato:


    aPROFUMI D‘AMBRA

    Tetti rossi
    disegnati su un cielo
    che trabocca
    d‘ombre
    di silenzi
    che si disintegrano
    ai gemiti di amanti
    consenzienti
    rimasti a languire
    in alcove
    di pietra
    dove voluttuosi
    aromi e profumi
    d‘ambra
    si mescolano
    a sangue e sperma
    faccia a faccia
    in uno sconosciuto
    porto di mare.

(2006-07-24 13:14:59 ––>Leggi tutto)


    aFRAGRANZE ORIENTALI

    Dopo aver scalato montagne
    guadato fiumi
    eccomi
    nella foresta di luci ramate
    dove
    giaci in sinuose curve
    che destano
    pericolosi sensi.

    Affanni fatali
    profumo che dilaga
    inebriante
    nel compimento felice
    di un amplesso.

    Cospargerò d‘incensi
    la foresta della mia disperazione
    trilogia di luce
    impenetrabile
    inafferrabile
    specchio che arranca
    su ammassi
    di pietra
    su piante grasse
    nettare in pasto
    a neri calabroni.

    Quali distanze
    avevano diviso
    antiche brame
    sopite
    nei giardini dalle fragranze
    orientali?

(2006-07-24 13:14:59 ––>Leggi tutto)


    aORNARMI DI PIETRE

    Ornarmi di pietre
    per fermare il tempo
    sipario
    di giovani amanti
    crepuscolo
    di corpi.

    Ornarmi di pietre
    per fermare la corsa
    che viaggia
    nell‘illusione
    nel dubbio
    del desiderio.

    Ornarmi di pietre
    per fermare gli anni
    che scorrono
    nelle nostre viscere
    dissanguate.

    In quell‘istante
    il mio corpo e il tuo
    sono uguali.

(2006-07-24 13:14:59 ––>Leggi tutto)


    aSATIRO

    Turbini di vento
    sollevano
    polveri di vetro
    rotti nei travasi di sangue
    essiccato
    sulla tua pelle
    di velluto
    che trasuda inchiostro
    per trascrivere
    sul mio corpo
    volutt inesplose.

    Eros beve
    l‘acqua di vita
    sorgente
    di nascosti desideri
    scaturiti da fonti
    d‘appagato satiro.

(2006-07-24 13:14:59 ––>Leggi tutto)


    aISHTAR DEA DELLA LUCE

    Su velluti d‘erba
    il tempo della memoria
    vaga
    alla ricerca
    di corpi clandestini
    scolpiti dal tempo.

    Erosi
    da carezze sublimali
    da diluvi di passioni
    erigerò
    il tempio del brivido
    per ricordare
    le tue mani
    che scorrono
    su giovani carni
    in un tappeto
    di desideri.

    Proclamerò
    il tempio a Ishtar.

(2006-07-24 13:14:59 ––>Leggi tutto)

   1   


Google
Web www.italialibri.net www.italialibri.org

AUTORI A-Z
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

OPERE A-Z
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

SBN & RICERCHE...
Iccu
NOTIZIEITALIALIBRI
Notizie ItaliaLibri
Registrati!
Ricevi gratis i notiziari periodici con le novità librarie e le notizie di italialibri.net.
Gratis!

PROGETTO U.G.O.
Ugo


«La miglior prova ch’io non ho avuto quella malattia risulta dal fatto che non ne sono guarito»

( Italo Svevo, La coscienza di Zeno)

AUTORI A-Z
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W X Y Z

OPERE A-Z
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W X Y Z

PAROLE NUOVE

La magia del Louvre
Una collezione di circa 30.000 pezzi, tra cui alcuni capolavori assoluti.
Perché si parla di indiscussa magia? Perché tanto mistero trapela dalla galleria del Louvre? Considerato uno dei musei più importanti e “imponenti” del mondo, per la ricca quantità di opere dal valore inestimabile e raro, unico per ciascuna di esse, l'arte che vi è raccolta è “raccontata” dalla sua stessa bellezza. (Elena Marocchi)
Fragilità dell'identità nazionale
(Ma l'universale umano è un valore superiore)
Claudio Magris parla della natura che riveste un confine a lui prossimo e di quell'altra, la natura degli esseri umani. Parla di alcune opere che la sua penna felice ci ha donato, parla della letteratura e dei suoi guasti e parla del proprio rapporto con il lettore. Parla della lingua, dell'identità e della cultura nazionali come opportunità di conoscenza ma anche di disconoscimento. Parla della globalizzazione, della competitività e della crescente difficoltà che uno scrittore incontra oggi se vuole coprire fino in fondo il proprio ruolo d'intellettuale. (Sergio Sozi)
Nel buio della notte
Un punto invisibile, anonimo, da cui si scrive
È la Parigi anni '70 la protagonista di Nel buio della notte (1976), con il suo tessuto sociale e urbano in mutamento e al centro, emblematico, il quartiere le Halles. Un confronto dell'esperienza di Alba De Céspedes con quella di Italo Calvino, sul piano delle difficoltà che l’essere umano incontra nel suo tentativo di stabilire un rapporto con le trasformazioni della sua città, il senso di smarrimento e solitudine di fronte al nuovo che avanza, che passa, dalla dicotomia tra vecchio e nuovo, al conflitto generazionale. (Eva Di Tullio)

Fuoco
Da "La vocazione del netturbino"
Un appartamento immerso in un'atmosfera lugubre. Un ragazzo ne esce e si aggira con un badile e una torcia elettrica per una discarica di rifiuti. La notte è animata dal volo dei gabbiani e dei corvi e il percorso è reso insicuro e viscido dalla incredibile varietà di prodotti organici marcescenti e dai liquami che ne fuoriescono. Mentre il rombo delle ruspe avanza, il protagonista è incalzato dal rogo generato dal calore della sua stessa torcia... (Roberto Caracci)
La liberazione del mistico quotidiano
Uscire dal pensiero pur continuando a pensare
Paulo Barone (Spensierarsi. Raimon Panikkar e la macchina per cinguettare) interpreta il maesto. La vera sostanza dell’Induismo e del Cristianesimo - dice - non è duale. La vera sostanza delle ‘religioni’, di quelle stesse che come roccaforti si scontrano dimenticando i mille cunicoli sotterranei che le uniscono, non è legata alla differenza, ma alla comunanza, alla co-appartenenza. (Roberto Caracci)
Povera, ma non semplice
E alla fine l'hanno capita anche i critici
Anna Maria Ortese è tra i pochi scrittori italiani ad aver saputo praticare a livello altissimo la professione del giornalista, dell'inviato; ha saputo raccontare l'Italia del suo tempo, e non solo l'Italia, come pochi altri nostri scrittori e pochissimi giornalisti. La critica italiana e internazionale la pone oggi, con il suo spirito audace e visionario, tra le figure più grandi della letteratura europea, al pari della della Morante, della Woolf e della Mansfield. (Redazione Virtuale)


ALTROVE






Pubblica annunci su ItaliaLibri
Pubblica annunci Google AdWords su ItaliaLibri
http://www.italialibri.net - email: - Ultima revisione Mer, 15 mag 2008