IO NON HO PAURA, DI NICCOLO' AMMANITI, IL ROMANZO DAL QUALE E' STATO TRATTO L'OMONIMO FILM DI GABRIELE SALVATORES

ITALIALIBRI - RIVISTA MENSILE ONLINE DI LIBRI ITALIANI, BIOGRAFIE DI AUTORI E RECENSIONI DI OPERE LETTERARIE


Io non ho paura (2001)


AUTORI A-Z
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z

OPERE A-Z
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z



Niccolò Ammaniti, Io non ho paura (2001)
Einaudi, 2001
Tascabili. Stile libero, pp. 119
Euro 9,00

ubblicato nel 2001, due anni dopo Ti prendo e ti porto via, conosce fin da subito un notevolissimo successo, tanto che il regista premio Oscar Gabriele Salvatores lo sceglie come soggetto per farne un film, uscito nelle sale nel marzo 2003.

Dopo gli esperimenti narrativi, per altro ben riusciti, di Ti prendo e ti porto via, Ammaniti sceglie una trama più semplice: un’unica vicenda vista parallelamente con gli occhi del protagonista, un bambino di nove anni, e con quelli degli adulti, da cui emerge tutta la crudeltà della storia.

Ambientato nell’estate del 1978, in una località di un sud Italia non meglio definito (probabilmente una zona della Lucania), descritto con rara abilità, narra della scoperta, del tutto casuale da parte del protagonista, di una grotta in cui è tenuto in ostaggio un bambino suo coetaneo.

La vita di Michele cambia, si trova a dover affrontare le paure tipiche della sua età e i rischi che derivano da quella scoperta, in un viaggio alla scoperta di sé, che lo conduce alla consapevolezza della realtà, così diversa dall’età dei giochi.

Ammaniti crea un contorno, in termini di ambiente e personaggi, che si sposa perfettamente con la storia: emergono il tema dell’amicizia, del tradimento e dei rapporti famigliari, resi estremamente realistici, grazie anche a un linguaggio sempre appropriato.

Non rinuncia ai personaggi caricaturali, un concentrato di luoghi comuni con aggiunte di particolari davvero originali che li rende grotteschi: ne è un esempio l’organizzatore del rapimento.

La realtà sociale così esasperata si amalgama con la durezza del clima e del paesaggio: la terra che scotta sotto un sole infuocato, i contrasti luce-ombra delle distese dorate dei campi di grano e della grotta, la notte popolata di insidie e misteri.

Un romanzo maturo, coinvolgente, con una tensione narrativa che sfocia in un finale davvero inaspettato.

A cura della Redazione Virtuale

Milano, 30 ottobre 2003
© Copyright 2003 italialibri.net, Milano - Vietata la riproduzione, anche parziale, senza consenso di italialibri.net





Novità in libreria...




Per consultare i più recenti commenti inviati dai lettori
o inviarne di nuovi sulla figura e sull'opera di
Niccolò Ammaniti

|
|
|
|
|
|
|
I quesiti
dei lettori




I commenti dei lettori


I nuovi commenti dei lettori vengono ora visualizzati in una nuova pagina!!

Marina Speciale, Moncalieri (Torino), 8/11/'04

Questo libro mi è piaciuto moltissimo e soprattutto mi ha commosso tanto;il coraggio di questo bambino e tanto e io sinceramente non sarei stata tanto coraggiosa come lui.Lo consiglio a tutti, perché sono sicura che questo libro coinvolgerà molti ragazzi

Michela, Lecco, 3/11/'04

Questo libro mi è piaciuto tantissimo dal momento che l'ho letto in un solo pomeriggio!!! Mi ha preso moltissimo e mi sono immedesimata nelle paure e nelle difficoltà che ha attraversato Michele. questo libro l'ho letto per scuola e in classe abbiamo poi visto insieme il Film "Io non ho Paura"... davvero emozionante e forte!!! Lo consiglio a tutti!!

Jole Fontana, Taranto, 26/07/'04

Ho letto tantissimi libri,devo dire che questo è stato uno dei libri che mi ha lasciato qualcosa piu degli altri,un racconto molto triste...bellissimo!

Francecsa Rossi, Bologna, 4/07/'04

Quando la professoressa ha dato come compito di leggere questo libro subito sono partita con il presupposto di copiare la recensione dal secchione della classe, cquistando comunque il libro. Ma poi un giorno non sapendo cosa fare l'ho aperto, ho cominiato a leggere la prima pagina e mi sono accorta che una tirava l'altra. alla fine in tre giorni l'avevo già finito. ragazzi è un libro spettacolare davvero leggetelo perché sono sicura che vi conquisterà come è successo a me.

Roberta, Aci Castello (Ct), 18/06/'04

La mia professoressa aveva assegnato questo libro per le vacanze,e,parlando sinceramete,non ero tanto convita di leggerlo volentieri,ma è stato tutto il contrario...Consiglio a tutti di leggerlo,grandi e piccoli,perché è un libro molto scorrevole e a tutte le età è possibile trarne un insegnamento.

Rosa Belleri, Brescia, 17/06/'04

Ho da poco letto questo libro, davvero amozionante, ricco di spunti per un'analisi interiore anche di adulti nonostante tratti di bambini. Consiglio a tutti di leggere questo meraviglioso libro carico di dolcezza...

Barbara Fanni (barbyfanni@email.it), Cagliari, 22/05/'04

Libro da regalare ad ogni occasione.Preziosissimo diario,inconsapevole, del piccolo GRANDE Michele un bambino di 9 anni;descritto, a tratti quasi disegnato dal geniale scrittore del libro..sapienti i dialoghi che fanno sorridere e quasi sentire la vocina tenera ma veramente matura di un bambino meraviglioso.Se i "grandi" avessero il senso innato di giustizia ed abnegazione di Michele ;retorico ma assolutamente vero, il mondo sarebbe migliore.La conclusione è così dura da leggere per un/una lettore/trice sensibile.VERISSIMA l'ansia che di notte assale Michele mentre sente che gli adulti stanno decidendo chi dovrà uccidere Filippo, è un ansia stimolata da una grandissima umanità da una grandissima solidarietà una determinazione che forse solo un bambino,purtroppo,può avere.Un bambino che sa dentro di se la differenza tra il Bene ed il Male..che non rifiuta i genitori ma quello che fanno dando tutto se stesso per un bambino come lui,che poteva essere LUI.Michele e, in lui Ammaniti, si è totalmente imedesimato nella vittima e ha sentito come sue il dolore, la sofferenza,la desolazione e l'infinita paura di essere abbandonati, traditi, dimenticati ed usati;questo ha partorito la tensione(nel senso di tendere verso qualcosa)verso il "buco"dov'era Filippo, di dimenticarsi di se stesso e del dolore fisico(alla caviglia)nel momento della fuga del suo amico,pagando incredibilmente questo..Unica "pecca"credo che il lettore vorrebbe che fosse una storia vera.

Luca, Fano (Pu), 14/05/'04

Un libro bellissimo, semplice e scorrevole. Ti prende, ti esalta e allo stesso tempo ti fa riflettere. L'artista Ammaniti, se così lo possiamo definire, è stato davvero bravo nel contrappore la vita fanciullesca da quella degli adulti, riuscendo così a mettere a confronto i due mondi.

Giorgia Infantino, Laives (Bolzano), 10/05/'04

Questo libro mi è piaciuto moltissimo, perché se io fossi stata al posto di Michele,non avrei reagito come ha fatto lui, ma l'avrei detto ai miei genitori. Ha me piace molto leggere e dopo aver letto questo libro mi piace ancora di più. Grazie mille a Niccolò Ammaniti Giorgia

Valentina, Roma, 02/05/'04

Ho finito da poco di leggere questo libro e devo dire che mi ha emozionata molto. Ammaniti ha narrato l'avventura molto particolare vissuta dal protagonista con minuzia di particolari e inoltre è riuscito a far percepire al lettore tutte le emozioni provate dai protagonisti.Inoltre è un libro in cui emergono numerosi stati d'animo: dalla felicità si passa alla tristezza, dalla rabbia alla gioia... Senza ombra di dubbio questo è il libro più particolare ed emblematico che abbia mai letto sinora.

Astrid Venditti, Perugia, 25/04/'04

Con questo libro ho trascorso un intero pomeriggio di lettura veramente appassionante... mi è piaciuta moltissimo la storia ma soprattutto le tematiche affrontate e il linguaggio quotidiano, il linguaggio VERO con cui si è espresso l'autore.Spero che chi lo leggerà in futuro lo sappia apprezzare come ho fatto io...questo libro ha cambiato il mio modo di percepire l'essenza della vita.

Virginia, Firenze, 07/01/'04

Lo so, sembrerà un pò strano, ma un libro in soli 4 giorni non l'avevo mai letto e ciò mi ha dato molta soddisfazione..lo giudico un libro molto appassionante e molto divertente che allo stesso tempo ci fa percepire il coraggio che talvolta hanno i bambini nell'affrontare pericoli che riguardano anche gli adulti, e anche se con un pò di paura vedono la vita sempice!

Vale, napoli, 29/12/03

Mai -e ripeto mai- nella mia vita ho avuto il piacere di leggere un libro tanto bello, affascinante e straordinario come il celebre capolavoro di Niccolò Ammaniti: Io non ho pauraî Già in estate avevo visto il film di Salvatores, tratto proprio da questo indimenticabile libro, e ne ero rimasta molto colpita per la perfezione che il già famoso regista era riuscito a raggiungere nelle scene che ritraevano líassolato paesaggio di Acqua Traverse, dove è ambientata l'intera vicenda. Ma leggere il libro da cui è stato tratto questo film è stata un esperienza davvero indimenticabile: la cosa forse più bella e affascinante è stata rivestire, ancora una volta, i panni di un bambino di nove anni con tutte le sue paure e sogni che, probabilmente, avevo anche io alla sua età...


mic cell, 28/12/03

Il libro è stato veramente interessante,ciò che mi ha colpito in modo particolare è stata la descrizione dei personaggi,degli ambienti e degli eventi.Ammaniti ha reso in modo semplice, ma molto efficace la visione fanciullesca che può avere ogni bambino dell'età di michele


francesca, (miticafrancy@hotmail.com), Roma, 23/12/03

Sono una ragazza liceale ed ho letto "io non ho paura" sul quale dovro fare una recensione come compito! Ho letto per caso la vostra e sono rimasta colpita da come siete riusciti a cogliere in cosi poche parole ogni minimo particolare! Volevo farvi i complimenti perche credo che cio che avete scritto ti faccia venire la voglia di rileggere il libro! L'unica cosa che non avete messo in risalto e che secondo me conta è il raporto del bambino con i genitori molto differente dai rapporti che ci sono tutt'ora! Cmq se non vi dispiace vi "rubero" qualche frase per il compito in classe! Ancora complimenti!


Cristi Fazzini, 1/12/03

Ho trovato il libro di Nicolò Ammanniti attuale, bello e appassionante, forse con qualche botta retorica ma comunque veramente apprezzabile




http://www.italialibri.net - email: - Ultima revisione Gio, 7 set 2006

Autori | Opere | Narrativa | Poesia | Saggi | Arte | Interviste | Rivista | Dossier | Contributi | Pubblicità | Legale-©-Privacy